Camminare a passo svelto verso la longevità

Camminare a passo svelto verso la longevità
Condividi

Un nuovo studio australiano suggerisce che aumentare il ritmo della camminata potrebbe allungare la vita.

Secondo i ricercatori, una camminata a velocità moderata potrebbe ridurre del 20% il rischio di morire precocemente, rispetto ad una camminata lenta. Camminare a ritmo spedito, invece, abbassa questo rischio del 24%.

Per passo veloce si intende generalmente una velocità di camminata da 5 a 7 km all’ora, ma dipende moltissimo dal livello individuale di allenamento. Un’alternativa valida è camminare ad una velocità che permette di iniziare a sudare e provoca un po’ di fiato corto.

I ricercatori dell’Università di Sydney (Sydney’s Charles Perkins Center and School of Public Health) hanno scoperto che una camminata a passo moderato diminuisce del 24% il rischio di morire prematuramente di patologie cardiovascolari, rispetto ad una camminata lenta.

Inoltre, i benefici della camminata a passo svelto sono più pronunciati nelle persone di un’età più avanzata.

Negli adulti sopra i sessant’anni di età le camminate a velocità moderata aiutano a diminuire del 46% il rischio di morte prematura a causa di malattie cardiache, mentre quelle a passo veloce del ben 53%.

Per questo studio sono stati analizzati non solo diversi tipi di camminata, ma anche l’età, il sesso, l’indice di massa corporea e la quantità e l’intensità di attività fisica totale. È stato scoperto che il sesso e l’indice della massa corporea dei partecipanti allo studio non hanno influenzato l’esito delle ricerche, mentre le camminate a passo moderato o veloce sono state associate ad una diminuzione del rischio di mortalità e di malattie cardiovascolari.

Tutti questi dati suggeriscono che aumentare la velocità della camminata potrebbe essere un ottimo modo per migliorare la salute del cuore e per prevenire il rischio di morte prematura.

Le camminate a passo moderato o veloce sono un’ottima alternativa all’esercizio fisico nelle situazioni di mancanza di tempo oppure di spazio per praticare attività fisica. Questo tipo di movimento è molto facile da inserire nelle nostre abitudini giornaliere e, come dimostrato sopra, è sicuramente un movimento salvavita.

Fonte: WebMD

 

Grazie per aver letto questo articolo e, se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento o seguici anche su Facebook e Twitter.



Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.