InfoPills: Leptina e Grelina – La Sazietà e La Fame

InfoPills: Leptina e Grelina – La Sazietà e La Fame
Condividi

La leptina e la grelina sono due ormoni indispensabili nel controllo del peso, perché hanno un ruolo fondamentale nei meccanismi molecolari che regolano l’appetito e il senso di sazietà.

Questi due ormoni sono complementari perché completamente differenti.

La leptina regola la sazietà, mentre la grelina determina l’appetito.

Se si vuole dimagrire e mantenere il peso forma è indispensabile conoscerli bene.

InfoPills-leptina-grelina-pancialeggera

Cos’è la Leptina?

La LEPTINA proviene dal greco λεπτός, leptòs, che significa “snello” ed è un ormone proteico che ha un ruolo importante nella regolazione dell’ingestione e della spesa calorica, compreso l’appetito ed il metabolismo.

La leptina è uno dei principali ormoni prodotti dal tessuto adiposo, essendo codificata dal gene Ob(Lep) (Ob di obeso, Lep di leptina). Questo ormone agisce nella regolazione del bilancio delle riserve energetiche e regola il senso di sazietà.

La Leptina circola nel sangue, arriva al cervello e segnala che le riserve energetiche del corpo sono sufficienti e che non serve più mangiare. Se manca il recettore della leptina (esiste una disfunzione genetica molto rara), si mangia molto e di tutto, anche ciò che non soddisfa il palato.

Cos’è la grelina?

La GRELINA (o ghrelina – ghre è la radice proto-indoeuropea della parola “crescere”) è l’ormone che stimola il senso dell’appetito. Detto anche l’ormone della fame, la grelina è prodotta dalle cellule P/D1 giacenti sul fondo dello stomaco umano, dalle cellule epsilon del pancreas, e dai neuroni in una zona precisa dell’ipotalamo.

I livelli di grelina aumentano prima dei pasti e decrementano circa un’ora dopo. Stimolando l’ipofisi anteriore, questo ormone stimola anche la secrezione dell’ormone della crescita.

I livelli di grelina aumentano in caso di stress cronico, una situazione che favorisce l’assunzione di cibi altamente calorici e ricchi di grassi (“comfort food”). Anche l’insonnia o i ritmi alterati di sonno determinano un aumento della grelina e una diminuzione della leptina, perché se si dorme poco, si mangia di più e più spesso. Inoltre, dormire poco fa aumentare lo stress: un circolo vizioso che produce un unico risultato – l’accumulo di grasso.

Cosa mangiare per dimagrire?

Esistono alimenti in grado di limitare la produzione di grelina e, viceversa, cibi che ne aumentano la produzione.

Leptina-grelina-alimentazione-pancialeggera

Ad esempio, quando scegliamo degli alimenti solidi miscelati a liquidi (minestroni e zuppe), l’acqua ingerita non scivola via attraverso il piloro, ma rimane più tempo nello stomaco. Questo tipo di piatti permettono di avere una sazietà più prolungata e limitano la produzione di grelina.

Inoltre, i pasti proteici soprattutto accompagnati da fibre solubili, favoriscono la diminuzione dei livelli di grelina e dunque riducono la fame più a lungo.

Il consumo dello zucchero semplice, invece, andrebbe diminuito, perché viene gestito dal corpo in maniera tale da non far scattare una normale risposta insulinica, ma una risposta eccessiva e di breve durata e questo ha anche un effetto sulla grelina e sulla fame. L’insulina normalmente favorisce la produzione di leptina e scoraggia la produzione di grelina, per cui i segnali della fame diminuiscono, tuttavia nel caso di troppi zuccheri semplici ciò non avviene.

Se stai cercando un modo efficace per perdere peso più velocemente, oppure per sapere di più sul tipo di alimentazione da adottare per riuscire a risvegliare il metabolismo, a bruciare i grassi e a dimagrire, richiedi il tuo Report gratuito cliccando sul pulsante sottostante.

Consigli di lettura:

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento.

Grazie di cuore! 

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.