Perché abituarsi a dormire sul fianco sinistro – 6 benefici

Mi ricordo quando ero piccola e mi addormentavo sul fianco sinistro, mia nonna mi girava sul lato destro perché diceva che dormire sul fianco sinistro faceva male al cuore. Stranamente il mio corpo ancora si sente più comodo a dormire sul fianco sinistro e dopo aver fatto un po’ di ricerche ho scoperto il perché.

Dormire sul lato sinistro è la cosa più naturale.

Secondo alcune ricerche esistono almeno 6 motivi perché dovremmo tutti abituarci a dormire sul fianco sinistro.

Dormire sul fianco sinistro – 6 benefici

1 – Facilita il drenaggio linfatico

drenaggio-linfatico-pancialeggera

Anche secondo la medicina tradizionale indiana, l’Ayurveda, dormire sul fianco sinistro stimola il sistema linfatico, che ha un ruolo fondamentale nella disintossicazione dell’organismo. L’eliminazione delle tossine avviene in un modo molto più efficace se dormiamo sul lato sinistro, perché il sistema linfatico è maggiormente attivo proprio sul lato sinistro del corpo.

2 – Migliora l’attività cardiaca

attività-cardiaca-pancialeggera

Sicuramente è anche merito del drenaggio linfatico facilitato. Ma non è tutto. Quando siamo sdraiati sul fianco sinistro, il nostro cuore fa meno fatica a pompare il sangue, perché l’aorta – l’arteria principale – ha una forma arcuata verso il lato sinistro e fino all’addome. Dormendo su questo lato ci prendiamo cura della salute del nostro cuore in modo naturale.

3 – Previene il reflusso gastroesofageo

reflusso-dormire-sinistra-pancialeggera

Dormire o semplicemente stare sdraiati sul fianco sinistro potrebbe prevenire ed alleviare i disturbi causati dal reflusso gastroesofageo. I succhi gastrici fanno fatica ad entrare nell’esofago perché l’uscita dallo stomaco si trova a destra. Girandoci sul lato sinistro impediamo ai succhi gastrici di rifluire nell’esofago.

4 – Facilita la digestione e previene il mal di stomaco

digestione-fianco-sinistro-pancialeggera

Quando dormiamo sul lato destro, lo stomaco “schiaccia” il pancreas ed impedisce il suo funzionamento normale. Dormire sul fianco sinistro invece è un’abitudine salutare per il pancreas e per la digestione in generale, perché i succhi gastrici vengono canalizzati meglio e la secrezione degli enzimi pancreatici aumenta.

Lo sapevi che: Stare sdraiati sul fianco sinistro almeno 10-15 min. dopo aver mangiato favorisce la digestione. Alla faccia del proverbio “Chi fa 100 passi dopo aver mangiato, vivrà sino a 100 anni”!

5 – Migliora l’attività dell’intestino

intestino-dormire-sinistra-pancialeggera

Dormire sul fianco sinistro aiuta il nostro intestino a funzionare correttamente. Questa posizione facilita il passaggio degli scarti della digestione attraverso l’intestino e favorisce la peristalsi (movimenti intestinali).

6 – Favorisce l’attività della milza.

milza-filtro-pancialeggera

La milza è un organo importantissimo, che fa parte del sistema linfatico e si trova proprio a sinistra. La milza ha il compito di filtrare il sangue e di depurarlo dalle scorie. Sdraiarci sul fianco sinistro fa bene alla milza perché in questo modo il suo lavoro è facilitato dalla forza della gravità.

E voi su quale fianco dormite?


Prodotto consigliato:

La tisana Blu contiene erbe note per le loro proprietà rilassanti, come la melissa, la passiflora e la camomilla, aromatizzate con un’appropriata combinazione di Fiori di Bach – Elm, Rock Rose, Impatiens, White Chestnut, Aspen.

Tisana ai Fiori di Bach - Riposo
Tisana biologica di erbe pregiate con essenze di fiori di Bach

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.


Macrolibrarsi.it

Formula KKS Algae – Integratore Di Alga Klamath, Kombu, Spirulina e Erba Medica – Il Benessere A Portata Di…Alghe

Ogni giorno siamo sottoposti a diversi fattori di stress che causano numerosi danni al nostro benessere psicofisico e aumentano sempre di più il rischio di sviluppare malattie. Oltre ai cambiamenti nello stile di vita, assumere integratori giusti e salutari potrebbe aiutarci a superare certi periodi di stress fisico e psichico e migliorare la nostra salute ed il nostro benessere generale. Formula KKS Algae, composto da alghe Klamath, Kombu, Spirulina e Erba medica, è un integratore molto versatile ad azione sinergica – indispensabile alleato nella vita frenetica di tutti i giorni.

Cosa sono le alghe?

alghe-commestibili-pancialeggera

Ovviamente in questo caso parliamo di alghe commestibili – organismi marini che possono essere consumati dall’uomo.

Fra le più utilizzate in alimentazione sono: le alghe kombu (per minestre e zuppe), nori (nel sushi), wakame (nella zuppa di miso), spirulina (ingrediente del gomasio), arame (come contorno), dulse (in zuppe, salse e con legumi o cereali), hijiki (con pasta, riso, verdure o radici), kanten (con il sashimi).

Le alghe sono ricchissime di vitamine (A, C, vitamine del gruppo B, K, E) e di sali minerali (calcio , zolfo , silicio , cromo , selenio , ferro , fosforo , fermanio , magnesio , manganese , potassio , rame , sodio e zinco) e – in diversi casi – di omega 3 e 6, e proprio per questo motivo sono tanto apprezzate anche come ingrediente dei tanti integratori alimentari.

Cos’è Formula KKS Algae?

integratore-alghe-pancialeggera

Formulα KKS Algα ε ® è un integratore alimentare 100% NATURALE e VEGETALE, composto da Alga Klamath, Erba medica, Alga kombu e Spirulina.

Alga Klamath:

alga-klamath-pancialeggera

  • proviene dal lago vulcanico di montagna, chiamato Klamath e che si trova nell’Oregon, USA. Sono le uniche microalghe “selvagge” naturali, raccolte da acque purissime durante la “fioritura” ed essiccate.

Proprietà:

  • Garantisce un effetto depurativo per fegato e reni.
  • Riduce la viscosità del sangue aiutando a regolarizzare eventuali disordini epatici.
  • Studi scientifici attestano notevoli effetti positivi sull’attività celebrale dell’alga KLAMATH, favorendo capacità di apprendimento e mantenimento di concentrazione ed attenzione.
  • Contiene molti carotenoidi, soprattutto Beta-carotene, che attiva la ghiandola del timo e potenzia il sistema immunitario.
  • Valida alternativa alla terapia ormonale per le donne in menopausa che stanno attraversando un periodo psicologicamente difficile, perché aumenta l’energia e dona equilibrio in caso di sbalzi d’umore.
  • E’ ricca di clorofilla – un potente antiossidante, antisettico naturale ed equilibratore del pH.

Alga Kombu:

alga-kombu-pancialeggera

  • proviene dall’Oceano Pacifico, California. Vengono raccolte ed essiccate. Sono gigantesche, verdissime e affondano nell’Oceano anche per chilometri.

Proprietà:

  • Effetti notevoli sul derma, risultando un ottimo alleato nel contrastare acne, dermatiti e cellulite; favorisce il drenaggio dei liquidi.
  • Utile sia per rafforzare il sistema immunitario.
  • Favorisce la circolazione sanguigna.
  • È ricca di iodio e quindi stimola il metabolismo e aiuta a bruciare calorie.

Spirulina:

spirulina-pancialeggera

  • proviene da laghi e acque dolci lacustri. Le alghe vengono allevate, raccolte ed essiccate.

Proprietà:

  • Contrasta i dolori mestruali.
  • Favorisce l’assimilazione del ferro all’interno del nostro organismo, risultando molto utile per chi è affetto da anemia.
  • Energizzante.
  • Svolge un’azione antiinfiammatoria.
  • Abbassa i livelli di colesterolo.
  • Previene le malattie cardiovascolari.
  • Previene i danni dell’invecchiamento, favorendo memoria e concentrazione.

Erba Medica

germogli-erba-medica-pancialeggera

  • detta anche alfa-alfa (Medicago sativa L.) è una pianta erbacea perenne appartenente alla specie delle Leguminose.

Proprietà:

  • Aiuta a diminuire i livelli di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue.
  • Bilanciamento ormonale
  • Antiossidante.
  • Utile contro artrite e reumatismi.

Perché scegliere Formula KKS Algae?

formula-algae-proprieta-pancialeggera

L’utilità polifunzionale della Formulα KKS Algαε ® è data dalla sua naturalezza e dalla ricchezza di sostanze che la compongono.

Formulα KKS Algαε ® ha un’azione antiossidante, antistress ed antinvecchiamento.

Questo integratore unico aiuta anche a perdere peso ed a mantenere la forma fisica, ristabilisce la flora batterica intestinale, andando così a regolarizzare i diversi disturbi gastro-intestinali quali stitichezza, diarrea, reflusso e gastrite.

Contenendo inoltre Iodio e Bromo, Formulα KKS Algαε ® è un ottimo alleato della Melatonina Zn-Se Dr.Pierpaoli ® nella regolazione dell’apparato tiroideo (ipotiroidismo e ipertiroidismo).

Formulα KKS Algα ε ® è un integratore versatile ed indicato anche se si segue una dieta dimagrante, è ottimo per i bambini e per tutte le persone che non includono nella propria dieta alimentare le corrette RDA di frutta e verdura.

Come prendere Formula KKS Algae?

formula-kks-algae-come-prendere-pancialeggera

Si consiglia l’assunzione di 2 compresse al giorno lontano dai pasti.

Controindicazioni:

  • In caso di gravidanza e/o allattamento.
  • Alcune alghe commestibili potrebbero interferire con l’attività di alcuni farmaci. La spirulina, ad esempio, potrebbe interferire con gli immunosoppressori. In caso di dubbi è bene chiedere consiglio al proprio medico.

Per maggiori informazioni su questo prodotto e sulle modalità d’acquisto, clicca QUI.


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.


Macrolibrarsi.it

Integratore “Mushroom Gold” – Maitake, Reishi e Shiitake per aumentare le difese immunitarie e prolungare la giovinezza

Durante il cambio di stagione le nostre difese immunitarie hanno bisogno di un aiuto in più per poter proteggere il nostro organismo dai patogeni esterni. “Mushroom Gold” è un integratore alimentare che fornisce un valido sostegno al nostro sistema immunitario e ci aiuta a mantenerci giovani e forti.

Cos’è “Mushroom Gold”?

“Mushroom Gold” è una miscela organica SINERGICA di funghi Maitake, Reishi e Shiitake con Nutrigest TM (alghe, Spirulina e zenzero).

Mushroom Gold Ingredienti

Il Maitake

maitake-pancialeggera

Chiamato anche Grifola frondosa, il Maitake è un fungo medicinale che possiede principi attivi capaci di rinforzare le difese immunitarie. Questi principi attivi sono rappresentati soprattutto dai betaglucani.

I betaglucani sono una lunga catena di particolari zuccheri, considerati ormai un vero e proprio farmaco naturale con proprietà̀ immunostimolanti.

L’assunzione di Maitake stimola l’attività di particolari globuli bianchi – macrofagi, linfociti T e cellule NK (natural killer) – potenziando la risposta immunitaria.

Oltre alle proprietà immunomodulanti e immunostimolanti, il Maitake esercita effetti protettivi nei confronti di alcune patologie neoplastiche a tendenza metastatica o ad alto tasso di recidiva. Alcune ricerche hanno investigato l’efficacia di estratti di maitake nell’indurre la morte programmata delle cellule del tumore alla prostata e del cancro al seno.

Inoltre, questo fungo svolge una potente azione nella sindrome metabolica e di riduzione della glicemia, che tutti i funghi hanno, ma il Maitake in particolare ha azioni multiple di regolarizzazione della glicemia.

Il Maitake contiene ergosterolo (precursore della vitamina D), vitamine del gruppo B, magnesio, potassio, calcio e acidi grassi polinsaturi.

Il Reishi

reishi-pancialeggera

Chiamato anche Ganoderma Lucidum o, semplicemente, Ganoderma, il reishi è un fungo officinale che si dice abbia proprietà miracolose.

Il reishi contiene i seguenti principi attivi:

  • I polisaccaridi β-glucani e gli etero-β-glucani, molecole notoriamente anti-tumorali ed immunostimolanti
  • Proteine definite Ling Zhi-8 (LZ-8), peptidi anti-allergici, ipocolesterolemizzanti ed ipotensivi
  • Acidi ganoderici (triterpeni), steroli in grado di ridurre le reazioni allergiche limitando la produzione di istamina, ottimizzando la respirazione cellulare e favorendo la funzionalità epatica.

Il Ganoderma o Reishi ha seguenti azioni benefiche:

  • analgesico,
  • antiallergico,
  • preventivo dalla bronchite,
  • anti infiammatorio,
  • stimolante le cellule immunitarie Natural Killer (NK),
  • antibatterico per effetto dell’immunostimolazione,
  • antivirale per l’aumento della produzione di interferone,
  • antiossidante,
  • antitumorale,
  • ipotensivo,
  • ipocolesterolemizzante,
  • cardio tonico,
  • antidepressivo e rilassante,
  • mucolitico,
  • ostacola il virus HIV (sia in vitro che in vivo),
  • migliora la funzionalità cortico-surrenalica ecc.

Lo Shiitake

shiitake-pancialeggera

Chiamato anche Lentinula edodes, lo Shiitake è un fungo medicinale dalle proprietà proprietà immunostimolanti – immunomodulanti.

Altre proprietà dello shiitake:

  • contribuisce a inibire la proliferazione delle cellule cancerose in alcune neoplasie;
  • utile nell’abbassare il colesterolo e nel prevenire l’aterosclerosi;
  • azione protettiva del fegato e promuove la formazione di anticorpi contro l’epatite B;
  • combatte virus, batteri ed alcune infezioni fungine, come quelle provocate da Candida albicans;
  • effetto prebiotico – stimola nell’intestino la formazione di una flora batterica “buona”;
  • contrasta la carie, grazie al potere germicida nei confronti delle specie di streptococco che si annidano nella placca dentale;
  • aiuta nelle situazioni di sovraffaticamento fisico e psichico.

Dal punto di vista nutrizionale lo shiitake contiene: amminoacidi essenziali, minerali (potassio, calcio, magnesio, manganese, ferro, rame e zinco), vitamine del gruppo B ed ergosterolo, precursore della vitamina D.

Perché scegliere “Mushroom Gold”?



I complementi nutritivi di “Mushroom Gold” possono contribuire ad apportare benefici a molte funzioni chiave dell’organismo, come il sistema immunitario, nervoso e digestivo, grazie al miglioramento del benessere generale e della vitalità, attraverso l’approvvigionamento essenziale e generoso di vitamine, minerali e fitonutrienti.

Questa formula ad ampio spettro contiene la più alta qualità biologica di erbe coltivate in modo sostenibile ed accuratamente selezionate.

“Mushroom Gold” è:

  • Adatto ai vegetariani e vegani.
  • Libero da prodotti lattiero-caseari, grano, glutine, zuccheri aggiunti e soia.
  • Realizzato senza organismi geneticamente modificati.
  • Privo di conservanti, coloranti o additivi sintetici.

Come assumere “Mushroom Gold”?

Si prendono 2 capsule 2 volte al giorno prima dei pasti.

“Mushroom Gold” è stato formulato per l’utilizzo quotidiano anche per lungo tempo, da adulti e bambini, senza essere però un sostituto dei cibi ma piuttosto un complemento naturale a una dieta variata ed equilibrata.

Controindicazioni:

  1. Allergia ai funghi.
  2. Non deve essere assunto da chi abbia subito un trapianto d’organo.
  3. Cautela va osservata anche qualora si sia in cura con ipoglicemizzanti orali, la cui azione può essere rafforzata.

Per maggiori informazioni su questo prodotto e sulle modalità d’acquisto, clicca QUI.


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.

Macrolibrarsi.it

Detox Bio Intensivo – come disintossicarsi e dimagrire con un solo prodotto naturale?

In commercio esistono diversi prodotti (integratori alimentari) che ci aiutano a disintossicarci ed altri che ci aiutano a dimagrire.  Oggi vi voglio presentare Detox Bio Intensivo – un prodotto 100% naturale e con ingredienti da agricoltura biologica. Questo prodotto non solo ha un’azione depurativa, ma anche un’azione drenante, digestiva ed antiossidante, che ci aiuta a migliorare la nostra salute, il nostro fisico ed il nostro benessere generale.

Cosa sono le tossine?

Le tossine sono le sostanze che nuocciono al mantenimento dell’equilibrio biochimico delle nostre cellule e quindi della nostra salute in generale.

Le tossine provengono sia dall’esterno (aria, acqua, cibo), che dall’interno (prodotte da noi).

Perché le tossine sono pericolose?

come-disintossicarsi-pancialeggera

Le tossine sono sostanze velenose, che accumulandosi nel corpo distruggono i vasi sanguigni e i tessuti molli, ostacolano il metabolismo e intralciano il funzionamento degli organi vitali.

Molto spesso, appunto, capita di non riuscire a mantenere la nostra forma fisica, pur mangiando poco, a causa delle tossine che rallentano il nostro metabolismo.

Sintomi di un organismo intossicato:

  • Gonfiore addominale
  • Irritabilità
  • Emicrania
  • Spossatezza
  • Aumento di peso
  • Insonnia
  • Dolore muscolare ed articolare
  • Stato depressivo ecc.

Perché scegliere Detox Bio Intensivo?

detox-bio-pancialeggera

Detox Bio Intensivo è un integratore alimentare a base di 16 piante e con vitamina C naturale (da acerola), per favorire l’eliminazione delle tossine.

Proprietà benefiche di Detox Bio Intensivo:

  • Depurativo;
  • Drenante;
  • Favorisce la funzione epatica;
  • Antiossidante;
  • Digestiva;
  • Rafforza le difese immunitarie (e risulta particolarmente indicato durante il cambio di stagione o durante la stagione fredda);
  • Aiuta a risvegliare il metabolismo ed a perdere peso.

Questo prodotto è frutto di anni di ricerca condotta dell’azienda leader nell’erboristeria – “Salus”.

Dal 1916 “Salus” propone integratori alimentari per contrastare i disordini del corpo umano, e in particolare quelli digestivi. I suoi preparati sono privi di conservanti e alcool. Le piante officinali sono tutte di origine  spontanea e biologica, e sono trattate con una produzione estremamente eco-compatibile.

Ingredienti base di Detox Bio Intensivo:

ingredienti-detox-bio-intensivo

curcuma bio (favorisce la funzione epatica, svolge un’azione antiossidante e la sua proprietà più sorprendente è l’effetto antitumorale);

genziana bio (favorisce la funzione epatica e digestiva grazie ai suoi principi attivi amari, in quanto aumenta la motilità e la secrezione di succhi gastrici);

zenzero bio (favorisce la funzione digestiva e dimagrante; ottimo diuretico, depurativo e drenante, stimola il sistema limfatico);

artemisia bio (favorisce la funzione digestiva, questa pianta è chiamata anche “l’erba magica anti-cancro”);

tarassaco bio (proprietà digestive, coleretiche, depurative e diuretiche);

menta piperita bio (favorisce la funzione epatica e digestiva, protegge le mucose gastriche);

ortica bio (favorisce la funzione diuretica e depurativa);

cardo mariano bio (favorisce la funzione depurativa, forte attività protettiva del fegato);

ginepro bio (favorisce la funzione digestiva; stimola ed aumenta la diuresi; aiuta il corpo a liberarsi dalla ritenzione idrica ma anche dall’eccesso di acido urico, che può provocare la gotta);

millefoglio bio (favorisce la funzione digestiva);

estratto di tè verde bio (potente effetto drenante e brucia grassi, che aiuta a perdere peso);

estratto di carciofo bio (favorisce la funzione epatica);

Vitamina C da acerola (effetto antiossidante e rafforza le difese immunitarie).

Detox Bio Intensivo è un prodotto straordinario, completo e di elevata qualità. Gli ingredienti rigorosamente naturali, sapientemente selezionati “lavorano” in sinergia per un effetto detox (e snellente) garantito.

Detox Bio Intensivo è un prodotto vegano che NON contiene glutine, lievito, coloranti, conservanti, alcol.

Con Detox Bio Intensivo è davvero facile disintossicarsi, rigenerare l’organismo e migliorare il nostro benessere generale.

Per maggiori informazioni su questo prodotto e sulle modalità d’acquisto, clicca QUI.


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.

Macrolibrarsi.it

 

20 alimenti che dovremmo e non dovremmo mangiare a colazione

Yogurt, caffè, spremuta d’arancia – questi sono alcuni degli alimenti che siamo abituati a consumare a colazione. Purtroppo alcuni cibi non andrebbero assunti a digiuno, perché possono causare disturbi più o meno fastidiosi.

10 alimenti che non dovremmo mangiare a colazione:

lievitati-colazione-pancialeggera1 – Cibi lievitati

I lieviti possono irritare le pareti dello stomaco e causare la formazione di gas in eccesso.

2 – Dolci

Lo zucchero aumenta la produzione di insulina. Questo potrebbe affaticare troppo il pancreas che si è appena “svegliato”.


3 – Yogurt e latticini

Consumarlo a digiuno può risultare inutile, perché i fermenti lattici contenuti nello yogurt non sopravvivono nell’ambiente acido dello stomaco.


4 – Pere

La fibra grezza contenuta nelle pere (o in altri tipi di frutta) potrebbe lesionare la mucosa dello stomaco.frutta-colazione-pancialeggera

5 – Pomodori

(Per gli amanti della pizzetta a colazione!) L’acido tannico contenuto nei pomodori aumenta l’acidità dello stomaco, il che nel tempo può danneggiare i tessuti fino a provocare l’ulcera gastrica.


6 – Verdura fresca

Gli acidi contenuti nella verdura fresca, hanno la capacità di provocare il reflusso acido, la formazione di gas in eccesso e disturbi di digestione.verdura-spezie-colazione-pancialeggera

7 – Banane

Le banane sono ricche di magnesio, che se consumato a digiuno viene assimilato troppo velocemente e può sovraccaricare il cuore.

8 – Le spezie

Le spezie possono irritare la mucosa dello stomaco, provocando una secrezione eccessiva di succhi gastrici e aumentando il rischio di sviluppare disturbi gastro-intestinali.


bibita-colazione-pancialeggera9 – Bibite gassate e fredde

Alterano la circolazione sanguigna dello stomaco, rallentano la digestione e possono provocare lesioni alla mucosa gastrica.

10 – Agrumi

Contengono molti acidi, che se consumati a stomaco vuoto possono provocare il reflusso gastro-esofageo e la gastrite.


Ma quali allora sono i cibi da preferire la mattina?


50 Superalimenti
Per la salute e il benessere – Con semplici e appetitose ricette

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere


10 alimenti che invece dovremmo mangiare a colazione:

avena-colazione-pancialeggera1 – Porridge di avena o fiocchi di avena

L’avena “avvolge” la mucosa gastrica e la protegge dall’azione dannosa dell’acido cloridrico. Inoltre, l’avena è ricca di fibre che abbassano il livello del colesterolo.


grano-saraceno-colazione-pancialeggera2 – Grano saraceno

Stimola dolcemente l’apparato digerente ed è anche un’ottima fonte di proteine, ferro e vitamine.


3 – Mais (o polenta)

Sembrerebbe molto strano mangiarlo a colazione, e invece è uno degli alimenti migliori per cominciare la giornata, perché favorisce l’eliminazione delle tossine, dei sali e dei metalli pesanti dall’organismo. Inoltre, aiuta a mantenere la salute della flora intestinale ed ha la capacità di saziare a lungo.


4 – Germogli di granogermogli-colazione-pancialeggera

2 cucchiai da tavola di germogli di grano contengono il 15% della dose giornaliera di vitamina E e 10% di acido folico. I germogli di grano, inoltre, stimolano l’attività intestinale.


uova-colazione-pancialeggera5 – Uova

Tanti studi scientifici hanno dimostrato che mangiare uova a colazione è un ottimo modo per ridurre l’apporto calorico degli altri pasti.


6 – Anguria

L’anguria contiene tanto licopene, utile per mantenere un cuore sano e una vista acuta. Fornisce all’organismo l’apporto necessario di liquidi.mirtilli-anguria-colazione-pancialeggera

7 – Mirtilli

Consumare mirtilli a colazione può migliorare la memoria ed il metabolismo, e stabilizzare la pressione sanguigna.


8 – Pane integrale senza lievito

pane-miele-colazione-pancialeggeraIl nostro organismo ha bisogno dei carboidrati e delle altre sostanze nutritive benefiche contenute nel pane, ed il momento migliore per mangiarlo è a colazione.

9 – Noci

Mangiare noci a digiuno favorisce il lavoro dell’apparato digerente e normalizza l’acidità dello stomaco.

10 – Miele

Il miele consumato la mattina aiuta a svegliare il nostro organismo e fornisce il giusto apporto di energia per cominciare bene la giornata. Il miele migliora l’attività cerebrale ed aumenta il livello della serotonina – l’ormone della felicità.

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.

Macrolibrarsi.it

Lo stress può fare ingrassare?

Abbiamo spesso sentito dire che lo stress fa ingrassare. In realtà non è lo stress a farci prendere quegli odiosi chili in più, ma è il cortisolo, chiamato anche “l’ormone dello stress”.

Cos’è il Cortisolo?

stress-cortisolo-ingrassare-pancialeggera

Il cortisolo è una sostanza prodotta dalle ghiandole surrenali del nostro corpo, come conseguenza di situazioni di forte stress psichico e/o fisico.

Il cortisolo è un ormone di tipo steroideo (derivante cioè dal colesterolo, ed in particolare appartiene alla categoria dei glucocorticoidi, di cui fa parte anche il corticosterone).

La produzione di cortisolo può aumentare sia in condizioni di stress fisico, come ad esempio: esercizi fisici estremamente intensi e prolungati, sia in seguito a vissuti traumatici, come un intervento chirurgico, la perdita di un lavoro, un lutto ecc.

Come agisce il cortisolo sull’aumento di peso?

cortisolo-ingrassare-pancialeggeraQuando siamo sottoposti a situazioni prolungate di stress, le ghiandole surrenali cominciano a produrre più cortisolo, che con la sua azione tende ad inibire le funzioni corporee non indispensabili nel breve periodo, garantendo in questo modo il massimo sostegno agli organi vitali. Come conseguenza l’organismo non riesce più a utilizzare il grasso presente per produrre energia, ma grazie all’eccesso di cortisolo comincia ad accumulare il grasso (addominale).

Il cortisolo influenza il metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine. L’eccesso di cortisolo nel tempo può provocare disturbi di ordine metabolico.

Quindi il cortisolo è un ormone catabolico, che vuol dire che è un ormone che distrugge, non rigenera.

Ecco perché i periodi di stress prolungato o cronico possono essere dannosi non soltanto per la nostra linea, ma anche per i nostri organi e le funzioni vitali.


Prodotto consigliato:

Le capsule organiche Reishi proteggono il corpo contro gli stati di stress e nervosismo.

Reishi Bio - 90 Capsule
Agisce favorevolmente sulla naturali difese dell’organismo

Voto medio su 56 recensioni: Da non perdere


Ecco quali sono gli effetti dell’eccesso di cortisolo:stress-cortisolo-effetti-pancialeggera

  • Induce un aumento della gittata cardiaca (il volume di sangue che il ventricolo destro e il ventricolo sinistro riescono ad espellere in un minuto attraverso l’arteria polmonare e l’aorta, rispettivamente);
  • Abbassa le difese immunitarie;
  • Aumenta la glicemia;
  • Favorisce il catabolismo proteico (conversione delle proteine in glucosio);
  • Diminuisce la sintesi di collagene e della matrice ossea, provocando l’osteoporosi;
Lo sapevi che: Anche durante il digiuno prolungato oppure nel caso delle abitudini alimentari sbagliate, si verifica un aumento dei livelli di cortisolo (perché l’organismo riconosce queste situazioni come situazioni di stress), con le relative conseguenze sulla nostra salute.

Come prevenire?

stress-come prevenire-pancialeggera

1 – Allenare il nostro cervello a rispondere meglio allo stress:

  • con le tecniche di meditazione, che possono essere molto utili anche se si vuole dimagrire, perché consentono di focalizzarci sui pensieri e sentimenti negativi al fine di eliminarli e di svuotare la mente, di rilassare il corpo, di imparare a riconoscere i segnali che il nostro corpo ci sta mandando.
  • con la respirazione profonda, che aiuta a calmare ansia e stress, ed a controllare la fame nervosa. Concederci dei lunghi respiri profondi durante la giornata può essere un’arma valida contro lo stress quotidiano.

2 – Adottare uno stile di vita più attivo – basta una camminata di 30 min. al giorno per allentare le tensioni.

3 – Non saltare mai la prima colazione, così come gli altri pasti ed evitare di fare un unico pasto giornaliero abbondante.

4 – Ridurre il consumo di zuccheri.

5 – Non trascurare i problemi di digestione, che possono interferire con la coordinazione della funzione immunitaria.

E non sottovalutate la forza del sorriso! Sorridete più spesso, sorridete quando vi specchiate, perché siete unici al mondo e siete speciali! Sorridete ai vostri cari e alle persone sconosciute. Un sorriso è sempre accettato con tanta gioia, ed illumina la giornata sia a chi lo dona che a chi lo riceve.


Consigli di lettura:

Stress e felicità sono due facce di una stessa medaglia.

Felicemente Stressati
Vincere lo stress imparando a riderne

Voto medio su 12 recensioni: Da non perdere


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.

Macrolibrarsi.it

“Amico intestino” – libro rivoluzionario e di grande utilità pratica

“Amico intestino – Perdi peso e migliora il tuo umore con la dieta che riattiva l’intestino” è un libro che denuncia le abitudini che intaccano l’intestino ed offre un approccio semplice ed efficace che comprende alternative sicure a tanti farmaci (antibiotici), consigli su come gestire la fermentazione intestinale e un piano alimentare completo di menù e ricette per rafforzare la flora batterica del nostro intestino e mantenerla giovane a lungo, che potrebbe essere la scelta più importante per la nostra salute.

“Amico intestino” – Chi sono gli autori

justi-erica-sonnenburg-pancialeggera

Justin Sonnenburg è professore al dipartimento di Microbiologia e Immunologia della Stanford University School of Medicine. Nel 2009 è stato premiato con il NIH Director’s New Innovator Award.

Erica Sonnenburg è ricercatrice alla Stanford University School of Medicine nel dipartimento di Microbiologia e Immunologia.

Justin ed Erica Sonnenburg sono due ricercatori pionieri nel campo più promettente e potenzialmente trasformativo della salute e del benessere, lo studio del rapporto tra il nostro corpo e le migliaia di miliardi di microbi che chiamiamo microbiota. La sua influenza è davvero potente tanto che determina se siamo sani o malati, in forma o sovrappeso, equilibrati o lunatici.

Microbiota-pancialeggera

Il microbiota umano è l'insieme di microorganismi simbiotici che si trovano nel tubo digerente dell'uomo. L'informale termine flora intestinale non è del tutto corretto in quanto si tratta prevalentemente di batteri mentre il termine flora evoca piuttosto il regno vegetale nel quale, nei tempi passati, erano classificati i batteri; aggiungendo che non si tratta soltanto di microbiota intestinali, ma egualmente anche gastrici, ed altri (bocca, gola, etc..), anche il termine umano è preferibile a intestinale per descrivere più fedelmente la natura simbiotica del microbiota. Il microbiota umano è un buon esempio di cooperazione tra differenti tipologie di organismi, che apporta un vantaggio ad ognuna.

Di cosa parla il libro?

Amico Intestino
Perdi peso e migliora il tuo umore con la dieta che riattiva l’intestino

Gli autori sostengono che negli ultimi anni, a causa dei cambiamenti subiti dalla nostra alimentazione, di un uso prolungato degli antibiotici, dell’aumento spropositato dei parti cesarei e di un’eccessiva sterilizzazione (ebbene sì, siamo troppo puliti), la nostra flora intestinale si trova ad affrontare un “evento di estinzione di massa”, che sta mandando in tilt il sistema immunitario. Un fenomeno che è alla base del misterioso picco di alcune malattie moderne come la sensibilità al glutine e tutte le allergie alimentari, l’obesità, l’autismo, il cancro, la depressione.

depressione-pancialeggera

Per i microbi intestinali la vita è sempre stata una lotta ma oggi è più dura che mai, considerando quello che devono affrontare nel mondo occidentale.
Negli ultimi 300 anni ci sono stati cambiamenti senza precedenti nella nostra alimentazione, che si è basata sempre più spesso su cibi di produzione industriale. La tecnologia moderna ha riempito i negozi con una varietà apparentemente infinita di alimenti elaborati, ricchi di edulcoranti e ipercalorici, ormai privi di fibre e sterilizzati per prolungarne i tempi di conservazione.

amico-intestino-alimentazione-errata-pancialeggera

Una dieta ricca di questi nuovi prodotti è nociva per la salute. La flora intestinale è sopravvissuta a tutti questi cambiamenti, adattandosi alle nuove tecnologie e abitudini alimentari. Purtroppo ora si trova su una traiettoria potenzialmente disastrosa.

In un modo o nell’altro, i batteri che vivono nel corpo influenzano, direttamente o indirettamente, tutti gli aspetti della nostra biologia. (“Amico Intestino”Justin Sonnenburg, Erica Sonnenburg)

Numerosi esperimenti scientifici dimostrano che il microbiota occidentale contiene una comunità di microbi meno diversificata rispetto al microbiota delle persone che consumano pochi alimenti elaborati o non ne consumano affatto, che non sono sottoposti a cicli annuali di antibiotici e che non portano sempre con sé il disinfettante per le mani.

disinfettante mani-pancialeggera

La diversità è importante in un biosistema come quello intestinale perché può evitarne il collasso. Per esempio, in un ecosistema che contiene molti insetti e uccelli se una specie dei primi scompare, ai secondi resta ancora un’ampia scelta con cui nutrirsi. Se però scompaiono sempre più specie alla fine gli uccelli moriranno di fame, provocando un ulteriore impoverimento delle specie nell’ecosistema.

Mentre la diversità della flora batterica occidentale diminuisce il biosistema intestinale rischia sempre più di collassare e questo potrebbe ripercuotersi sulla salute dell’organismo che lo ospita.

Coltivare i batteri intestinali in modo che producano i composti di cui il nostro corpo ha bisogno è una delle scelte più importanti che possiamo fare per il nostro benessere. (“Amico Intestino”Justin Sonnenburg, Erica Sonnenburg)

Amico intestino contiene tante preziose indicazioni pratiche, inoltre è anche ricco di consigli su come tenere in salute il nostro microbiota intestinale e descrive i comportamenti sbagliati che possono danneggiarlo. Al fondo del libro vi sono una serie di ricette probiotiche per tenere in salute i nostri microbi amici ed utili se si vuole perdere peso.

Il Dottore Andrew Weil (medico statunitense, autore di saggi divulgativi a carattere salutistico, che hanno raggiunto i dieci milioni di copie vendute), autore della prefazione dice:

“I batteri che colonizzano l’intestino possono proteggerci da allergie e malattie autoimmuni o predisporci ad esse. Possono prevenire obesità e diabete o renderci inclini a svilupparli. Inibiscono o acuiscono le infiammazioni e influenzano persino le capacità mentali e il benessere emotivo. Questo libro rivoluzionario (che mi ha entusiasmatospiega come modificare la flora intestinale per ridurre i rischi di ammalarsi e ottimizzare la salute.”

Per maggiori informazioni su questo libro e sulle modalità d’acquisto, clicca QUI.


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.


Macrolibrarsi.it

L’importanza della SEROTONINA – l’ormone del buonumore – nella digestione

Innanzitutto vediamo cos’è la serotonina? Se ne sente spesso parlare, soprattutto per i benefici che ha sul nostro stato d’animo e sull’umore. Bisogna tuttavia segnalare anche il suo coinvolgimento in moltissime altre funzioni del nostro organismo, inclusa la digestione.

Cos’è la serotonina?

La serotonina è un neurotrasmettitore, detto anche ormone del buonumore, che viene sintetizzato nel sistema nervoso centrale a partire da un amminoacido chiamato triptofano.  

 

La maggior concentrazione di serotonina si trova in tre parti specifiche del corpo: il sangue, il cervello e i muscoli lisci dell’intestino.

Ma quali funzioni controlla la presenza di questa sostanza?

serotonina-ormone-felicità-pancialeggera

l’umore,
– l’appetito,
– il sonno,
– il desiderio sessuale
– l’aggressività ecc. 

Cosa comporta carenza di serotonina?

serotonina-depressione-pancialeggera

disturbi dell’umore,
– disturbi alimentari,
– un difettoso controllo dell’appetito,
– la comparsa della sindrome premestruale,
– la fibromialgia,
– l’autismo,
– dolore in caso di emicrania.

La serotonina espleta una funzione diversa a seconda della zona del corpo dove si trova:

1 – il sistema nervoso centrale,

2 – il sangue,

3 – muscolatura liscia dell’intestino.


Consigli di lettura:

Un programma che permette di aumentare il livello di serotonina in modo naturale, apportando benefici alla salute e al benessere.

I Segreti della Serotonina
l’Ormone naturale che fa aumentare il buon umore, riduce il dolore e limita gli eccessi di cibo e di alcool

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere


1 – il sistema nervoso centrale

I livelli di serotonina nel sistema nervoso centrale influiscono sull’umore. Quando i livelli di serotonina sono alti, percepiamo uno stato di benessere e addirittura di euforia. E viceversa – bassi livelli di serotonina sono abituali in persone che soffrono di depressione.

Per aumentare naturalmente i livelli di serotonina una soluzione è l’attività fisica che aiutandoci a bruciare carboidrati e zuccheri tende a far salire i livelli di serotonina rispetto ad altri neurotrasmettitori.

Sad

 

LO SAPEVI CHE: Dopo un pasto ricco di proteine, e perciò di triptofano, la concentrazione di questo aminoacido nel sangue aumenta, senza però variare i livelli cerebrali di Serotonina. Tale mancato effetto è dovuto al fatto che, parallelamente, aumenta nel sangue anche la concentrazione di altri aminoacidi che, per così dire, impediscono il passaggio del triptofano al cervello. Per questo motivo, l'assunzione di cibo contenente triptofano o di uno specifico integratore non incrementa in modo significativo il livello di serotonina; anche la somministrazione della stessa non è possibile perché viene decomposta prima che possa produrre il proprio effetto.
La serotonina essendo un precursore della melatonina, influenza e sincronizza il ciclo sonno-veglia con le fluttuazioni endocrine quotidiane. Quindi se abbiamo un alto livello di serotonina potremo godere di un sonno più facile, sano e ristoratore.

La serotonina regola anche il nostro appetito e il tipo di nutrienti che il nostro corpo richiede. Se abbiamo un alto livello di serotonina avremo meno appetito, ed una ricerca inconscia di cibi proteici a scapito dei carboidrati e degli zuccheri. Viceversa bassi livelli di serotonina portano a scompensi dell’appetito, alimentazione squilibrata e bulimie nervose.

2 – il sangue

La serotonina contenuta nel sangue invece (piastrine) agisce come vaso costrittore. In alcuni casi ad esempio, dove vi sono lesioni vascolari, la serotonina agisce con una contrazione dei vasi stessi per evitare emorragie. In altri casi, regola la dilatazione dei vasi intra-cranici la cui eccessiva costrizione o dilatazione porta al fenomeno doloroso dell’emicrania. La serotonina regola la vasocostrizione eliminando il dolore.

3 – muscolatura liscia dell’intestino

Il 95 per cento della serotonina presente nell’organismo si trova nell’apparato digerente e solo il restante 5 per cento si trova nel cervello.

Vediamo ora qual’è il ruolo della serotonina nella digestione. Per capirlo bisogna sapere come funziona la digestione:

serotonina-apparato-digerente-pancialeggeraQuando il cibo, ormai divenuto bolo intestinale, passa nel tubo digerente a contatto con la mucosa intestinale, i neuroni situati nella sede interessata al passaggio del bolo si stirano e stimolano di conseguenza delle cellule (enterocromaffini) a liberare la serotonina che, a sua volta, agisce su altri neuroni che sono situati sotto la mucosa stessa e che comandano le cellule muscolari.

Tutto accade all’interno dell’epitelio della mucosa del tubo od apparato digerente, creando un flusso di “contrazione” a monte e “dilatazione” a valle (come i movimenti di un bruco) per far avanzare in un’unica direzione (verso l’ano) il chimo – così è chiamato il cibo ingerito dalla bocca e predigerito dallo stomaco quando transita nella parte all’uscita dello stomaco verso e nel duodeno. Poi esso è chiamato chilo – dal duodeno, digiuno e nell’ileo, zone nelle quali convive la nostra flora autoctona biovitale – batteri, funghi, enzimi – flora deputata a ridurre in molecole il chilo – cibo pronto ad essere assorbito in sostanze vitali e/o non e che, una volta assorbite dalla mucosa intestinale per mezzo dei villi, vengono in seguito trasportate dal sangue alle cellule per il loro nutrimento e per la loro “specializzazione” per altre cellule del corpo ed infine questi residui del cibo/sostanze, ormai per noi “devitalizzate” trasportate nel colon, dove vengono disidratate e trasformate in scorie, chiamate ormai feci, che una volta raggiunta l’ampolla rettale, debbono essere eliminate dall’ano.

flush

Se per caso la serotonina viene ad essere troppa, lo stato di eccitazione prevale e si producono scariche di feci acquose (diarrea), perché la peristalsi troppo veloce impedisce la disidratazione delle feci.
Nel caso contrario, quando vi è una scarsa produzione di serotonina, compare la stitichezza, le feci divengono dure perché stazionano troppo nell’intestino crasso (colon) e si disidratano per l’assorbimento dei liquidi.
Nei due casi vi è un meccanismo di regolazione automatica, quando l’organismo è in salute e/o in stato emotivo normalmente accettabile. Quando invece lo stato di salute oppure quello emotivo vengono alterati le fasi di controllo e di regolazione della serotonina cominciano a variare.

Riassumendo quanto descritto sopra,

la serotonina contenuta nella muscolatura liscia influenza le funzioni intestinali.

In generale per semplificare possiamo dire che

livelli troppo bassi di serotonina portano ad uno stato di stitichezza, mentre eccessi di serotonina possono dare diarrea.

È interessante vedere anche come la serotonina sia implicata nelle complicate reazioni tra il sistema nervoso e il sistema digerente, come nei casi in cui ansia e nervosismo ci portano ad una risposta fisica come il mal di stomaco o gli attacchi di diarrea.

Per prenderci cura del nostro benessere dobbiamo prenderci cura anche dell’ormone della felicità!

Le regole da seguire sono pochissime e semplicissime:
– una vita attiva,
– un’alimentazione sana,
– dare e ricevere tante coccole! 🙂

coccole

 

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.

Macrolibrarsi.it

La Nostra Pancia è il Nostro Secondo Cervello

I numerosi studi di neurogastroenterologia hanno confermato quello che si dice fin dall’antichità: che la nostra pancia è la sede secondaria delle emozioni e principale dell’inconscio. Questi studi hanno confermato l’esistenza del cervello enterico. Quindi la pancia ha un “cervello” tutto suo che può elaborare i dati autonomamente da quello superiore.

I naturisti lo sanno bene, infatti non esiste malato che non venga curato iniziando dall’apparato digerente. E come sempre più spesso succede, la medicina naturale, non solo non ha torto, ma addirittura viene sempre più confortata dalle ricerche e scoperte della scienza.

pancia-cervello-emozioni-pancialeggera

Pancia = Secondo Cervello

La digestione avviene in maniera autonoma ed intelligente perché le cellule endocrine sono state definite di recente come paraneuroni, essendo molto simili alle cellule nervose, le quali inviano gli appositi segnali a fegato, pancreas, cuore, polmoni, cioè a tutti gli organi del corpo, per far si che la digestione avvenga in modo adatto alla situazione.

Questi paraneuroni non assicurano solamente questo tipo di funzioni, ma assolvono anche ad altre ancora poco conosciute dalla scienza ufficiale e che sono quelle di essere la “sede” o parte della rete neuronica ove si posiziona la mente reattiva/emozionale, parte di quella inconscia.

Questi paraneuroni più i neuroni della rete nervosa intestinale, interagiscono incessantemente con il cervello di sopra (nel cranio), normalmente in armonia ed in altri casi (stato di pre o malattia) in disarmonia.

Emozioni e Intestino

pancia-secondo-cervello-emozioni-pancialeggera

L’intestino metabolizza emozioni e invia messaggi al “cervello principale”, quello “di sopra”. Stress e ansia ne alterano il funzionamento, ma è vero anche il contrario: i disordini intestinali possono provocare variazioni dell’umore.
Il sistema cerebrale più antico, che e’ responsabile delle pulsioni, è strettamente correlato ad un “secondo” sistema nervoso “addominale”, formato dall’insieme di nervi che percorrono la parete del canale alimentare e la mucosa intestinale allo scopo di controllare le funzionalità digestive e di assorbimento del cibo.
I cosiddetti “due cervelli” sono connessi da una ricca rete di fibre nervose e comunicano interattivamente. Ciò spiega lo stretto legame tra mente e digestione, cosi che la forte irritabilità intestinale (gastroenterite acuta) può alterare profondamente il comportamento psichico e comportamentale delle persone.
E di tale malessere fisico/psichico soffrono moltissime persone. Infatti circa 1/3 della popolazione adulta (con una netta prevalenza del sesso femminile) che vive nei paesi occidentali si trova in condizioni di stress prodotto da infiammazione del colon, in gran parte è causato da cattiva alimentazione e da uno stile vita poco salutare.


Consigli di lettura: 

“Lo sgradevole intestino è più intellettuale del cuore e potrebbe avere una capacità “emozionale” superiore.”

Il Secondo Cervello
Gli straordinari poteri dell’intestino

Il cervello enterico (gastrointestinale) produce sostanze psico-attive che influenzano direttamente gli stati d’animo, come la serotonina, la dopamina, sostanze oppiacee e antidolorifiche. Il collegamento tra i due cervelli, quello di sopra e quello di sotto, è assicurato dal midollo spinale del nervo vago.

Inconscio e Intestinosecondo-cervello-pancialeggera

 

 

 Al cervello addominale=intestinale (secondo cervello, intestino tenue soprattutto) sono affidate le decisioni viscerali, cioè spontanee e inconsapevoli, infatti l’inconscio risiede qui; l’encefalo (cervello di sopra, nel cranio) assorbe le emozioni dagli organi di senso dall’esterno come, irritazione, stress e rabbia, trasmettendole, successivamente, al secondo “cervello” (quello addominale), e viceversa, che sviluppa sensazioni e che contemporaneamente può creare, se necessario, le patologie psicosomatiche o bioenergetiche che colpiscono lo stomaco e l’intestino.

Infatti, noterete che con stato d’animo alterato, il malessere si ripercuote sullo stomaco e sull'intestino. Ma è anche vero che se il vostro intestino fa le bizze, siete emotivamente stanchi e nervosi.

Stress e Intestino

pancia-secondo-cervello-stress-pancialeggera

Per molto tempo si è pensato che il cervello di sopra (nella testa) avesse la predominanza e/o superiorità in tutte le funzioni vitali, ma da quando sono state fatte le scoperte che tutta la parete, la mucosa intestinale è cosparsa di neuroni legati alle funzioni vitali dell’apparato stesso, si è compreso che vi è una totale integrazione dei due cervelli, distanti e separati, ma operanti in sintonia ed integrazione per le funzioni vitali dell’essere stesso. La sensazione che si ha allo stomaco, quando si è sotto stress intellettivo, si spiega con la produzione di determinati ormoni che vanno a stimolare i centri nervosi della mucosa stomacale.

Quando siamo sotto posti ad una forte emozione (paura) corriamo subito al bagno per eliminare le feci o l'urina, perché i sensori nervosi intestinali e quelli attorno alla vescica sono investiti di determinati stimoli di eliminazione.

Altro fatto utile alla comprensione di questi meccanismi è che per esempio durante il sonno, quando non vi sono stimoli esterni per i due cervelli, molto spesso chi ha problemi digestivi soffre di insonnia e/o ha incubi notturni.
Un altro fatto risulta dall’utilizzo improprio di determinati farmaci, es. quelli gastroenterici producono alterazioni cerebrali/mentali (nella testa) e gli psicofarmaci producono effetti indesiderati nell’intestino.

Il cervello intestinale è quindi il motore della vita fisica e di quella emotiva, che quindi interagisce in quella spirituale dell’essere stesso!


Prodotto consigliato:

Stati ansiosi, distonie neurovegetative, ipertensione arteriosa, intestino irritabile.

Tilia Tomentosa - Tiglio Argentato Bio - Estratto Idrogliceroalcolico
In caso di stati ansiosi, insonnia, intestino irritabile

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.

Macrolibrarsi.it