Un test per valutare il livello di stress e consigli per gestire lo stress

Un test per valutare il livello di stress e consigli per gestire lo stress
Condividi

Il nostro quotidiano è invaso dai conflitti, dai problemi, dalle frustrazioni e dalle cose da aggiustare che contribuiscono ad aumentare il livello dello stress ed a peggiorare il nostro stato di salute e la nostra forma fisica. Gestire lo stress è fondamentale per preservare il nostro benessere psicofisico, ma per comprendere meglio come farlo dobbiamo innanzitutto conoscere e valutare il nostro livello di stress.

In ognuno di noi esiste uno spazio di calma, di serenità e di soddisfazione… La vita spesso ci confonde e ci fa perdere la strada verso il nostro spazio di calma interiore. Gestire lo stress significa ritrovare noi stessi, ritrovare questo spazio lasciando andare le emozioni negative, che ci indeboliscono non solo emotivamente, ma anche fisicamente – abbassando le nostre difese immunitarie, aumentando il rischio di sviluppare disturbi cardiovascolari e di perdere la nostra forma fisica…

Leggi anche: Lo stress può fare ingrassare?

Lo stress può fare ingrassare?

Un test per valutare il livello di stress e consigli per gestire lo stress

test-per-valutare-lo-stress-pancialeggera

Questo test è stato sviluppato dalla psicologa dottoressa Lisa Firestone ed è composto da 9 domande a cui rispondere per valutare il nostro livello di stress e per poterlo gestire al meglio e prevenirne le conseguenze.

Questo test non è altro che una valutazione emotiva di noi stessi, che ci permette di comprendere se il nostro equilibrio interiore sia stato compromesso.

Domanda 1:

Quanto spesso ti senti in buona forma, in salute, piena(o) di energia e rilassata(o)?

A – Quasi ogni giorno.

B – Quasi il 50% del tempo.

C – Raramente.

Domanda 2:

Quanto spesso vivi queste emozioni e sentimenti: tristezza, colpa, paura, allegria, amore, entusiasmo?

A – Ogni settimana.

B – Ogni mese.

C – Non mi ricordo l’ultima volta quando ho vissuto uno di questi sentimenti.

Domanda 3:

Quanto spesso esprimi le tue emozioni davanti ad altri?

A – Solo quando penso che sia necessario.

B – Solo quando le emozioni sono troppo forti.

C – Sempre.

Domanda 4:

Quanto spesso ti senti emotivamente indifferente dopo aver guardato la TV, aver fatto esercizio fisico, aver letto un libro, aver finito un compito di lavoro, aver navigato su Internet ecc.?

A – Raramente.

B – Ogni tanto.

C – Ogni qual volta.

Domanda 5:

Quando sei triste, cosa fai più spesso?

A – Cerco altre persone (amici, famiglia) con le quali passare del tempo.

B – Passo del tempo con altre persone solo se mi va.

C – Preferisco stare da sola(o) quando sono triste.

Domanda 6:

Quanto spesso ti preoccupi troppo per problemi abbastanza semplici da risolvere?

A – Solo quando sono molto stressata(o).

B – Ogni tanto, ma non regolarmente.

C – Sempre.

Domanda 7:

Il tuo partner, la tua famiglia, i tuoi amici, i tuoi figli ti sostengono?

A – Sempre.

B – Soltanto quando ho veramente bisogno.

C – Non abbastanza.

Domanda 8:

Quanto spesso chiedi aiuto/appoggio ai tuoi amici, alla tua famiglia, al tuo partner o ai tuoi figli?

A – Ogni giorno o almeno una volta a settimana.

B – Una volta al mese.

C – Solo quando sono disperata(o).

Domanda 9:

Hai delle passioni o hobby?

A – Sì e mi ci dedico regolarmente.

B – Una o due, ma tendenzialmente le trascuro.

C – Non ho tempo per passioni o hobby.

Come interpretare questo test?

gestire-lo-stress-pancialeggera

Se avete risposto a tutte le domande sinceramente, ora avete un’idea più o meno chiara dello stato del vostro equilibrio emotivo.

Se alla maggior parte delle domande avete risposto A – complimenti, sapete gestire bene le vostre emozioni, lo stress e la vostra vita quotidiana.

Se alla maggior parte delle domande avete risposto B – siete sulla buona strada, ma dovete impegnarvi un po’ di più per riuscire a gestire lo stress.

Se invece alla maggior parte delle domande avete risposto C – il vostro equilibrio emotivo è fortemente compromesso e lo stress sta avendo la meglio sulla vostra vita e sul vostro benessere.

Alcuni consigli per gestire lo stress

consigli-per-gestire-lo-stress-pancialeggera

Se fate parte delle categorie B o C, date un’altra occhiata alle domande e alle vostre risposte.

Domanda 1:

Le emozioni ed i sentimenti negativi portano spesso anche ai sintomi fisici. Ad esempio, è normale sentirsi stanchi, spossati e svogliati prima di affrontare delle emozioni nascoste (come la rabbia). Quando ti senti stanca(o), apparentemente senza motivo, il tuo corpo ti invia un segnale e ti comunica che devi affrontare e gestire meglio le tue emozioni.

Domanda 2:

Tantissime persone non si sentono a loro agio ad esprimere emozioni negative, come la rabbia o la gelosia. Tuttavia queste emozioni non vanno represse ed ecco perché: alcune persone preferiscono trasferire le loro energie emotive verso i sentimenti di colpa, e, prima che se ne possano rendere conto, questi sentimenti di colpa cominceranno a divorarle perché sono le uniche emozioni concesse.

Domanda 3:

Esprimere le proprie emozioni davanti ad altre persone è molto importante. Questo non significa che dovete perdere il controllo ad ogni minima provocazione. E non vuol dire nemmeno che dovete dire sempre quello che pensate.

All’interno dei rapporti umani sani, le emozioni devono essere espresse in modo sano. Se per un piccolo problema o un fastidio minore che gli altri (colleghi, amici, famigliari) vi recano, esplodete o reagite in modo esagerato, il vostro equilibrio emotivo scompare ed i rapporti con le persone vengono stravolti.


Consigli di lettura:

Questo libro si propone di considerare tutte queste sfaccettature, arrivando a spiegare i meccanismi con cui lo stress danneggia il nostro organismo e genera patologie varie.

Una Vita senza Stress
I meccanismi che lo determinano – I rimedi naturali per guarire – Lo stile di vita da adottare – Test per calcolare il tuo livello di stress

Voto medio su 1 recensioni: Da non perdere


Domanda 4:

La maggior parte delle persone hanno delle modalità precise di reagire alle emozioni negative. Una strategia molto comune è quella di cercare di attenuare queste emozioni (che si tratti di sensi di colpa o rabbia) con alcune attività di routine svolte in modo esagerato (come guardare la TV, andare in palestra, cucinare, riordinare gli armadi ecc.), invece di affrontare e gestire queste emozioni e impedendo ad altre persone di dare l’aiuto di cui abbiamo bisogno.

Domanda 5:

I pensieri negativi diventano più forti quando siamo soli. E più questi pensieri diventano forti, meno desiderio avremo di stare con gli altri. Per questo motivo viene consigliato alle persone malinconiche di passare il più tempo possibile in compagnia con altre persone. Anche se non avete l’intenzione di discutere dei vostri problemi, il semplice contatto umano è in grado di stimolare la vostra mente e di migliorare il vostro benessere psicofisico.

Domanda 6:

Quando l’equilibrio emotivo è compromesso, la concentrazione e l’attenzione vengono meno. I compiti che dovrebbero essere semplici da svolgere, ora diventano difficili e stancanti.


Consigli di lettura:

Il libro tratta il tema dello stress da vari punti di vista, varie strategie per gestirlo e soprattutto con una vena umoristica che da nome al titolo del libro.


Domanda 7:

Tutti noi abbiamo tantissimi compiti nella vita di ogni giorno: responsabilità di lavoro, ci prendiamo cura dei bambini, della famiglia, facciamo la spesa, cuciniamo, stiriamo, laviamo e facciamo le pulizie, e se non abbiamo un sostegno ed un aiuto valido, il nostro equilibrio emotivo e la nostra salute cominciano a soffrire.

Domanda 8:

Molte persone sono molto esigenti nei confronti di sé stessi. Pensano di dover e di poter fare tutto e non si concedono la libertà di chiedere aiuto. I sentimenti di disagio e di pressione a causa dei troppo compiti da svolgere sono un campanello d’allarme. Non solo dovete comprendere che così il vostro equilibrio emotivo e la vostra salute vengono sollecitati inutilmente, ma anche di assumervi la responsabilità di chiedere l’aiuto di cui avete bisogno.

Domanda 9:

Le vostre passioni e gli hobby (come ad esempio collezionare qualcosa, fotografare, disegnare, birdwatching, o suonare uno strumento musicale…) sono un ottimo modo per eliminare il cattivo umore dalla vostra vita.

Se non avete degli interessi o degli hobby, è molto probabile che passate troppo tempo al lavoro, o prendendovi cura degli altri.

Se vogliamo restare in forma e in salute, è fondamentale valutare ogni tanto il nostro livello di stress e gestirlo al meglio per ridurre al minimo il tempo che dedichiamo alle emozioni negative e per passare sempre più tempo nel nostro spazio di serenità e di calma interiore.

Fonte: THE WOMEN’S HEALTH BIBLE


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.



Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *