Tag: perdere peso

I migliori integratori per dimagrire più velocemente e in modo naturale

I migliori integratori per dimagrire più velocemente e in modo naturale

Sul mercato esistono tantissimi prodotti e integratori, che promettono di aiutarci a perdere peso. In questo post cercherò di spiegare di cosa si tratta, come e se funzionano veramente e quali sono effettivamente i migliori integratori per dimagrire più velocemente in modo naturale. Perdere peso…

Silk’n Lipo per eliminare il grasso localizzato e la cellulite: funziona?

Silk’n Lipo per eliminare il grasso localizzato e la cellulite: funziona?

Una recensione dettagliata del dispositivo Silk’n Lipo per la rimozione del grasso localizzato. In che modo aiuta a eliminare la cellulite ed il grasso in eccesso e come funziona? Dimagrire non sempre si rivela facile. A volte è un percorso sofferto e ricco di frustrazioni.…

Come NON fare dieta – i 3 errori più comuni di chi vuole dimagrire

Come NON fare dieta – i 3 errori più comuni di chi vuole dimagrire

Una persona che inizia a fare dieta ha moltissime aspettative. Vuole perdere quanto più peso in minor tempo possibile, ma a volte si inizia con il piede sbagliato e si rischia di fare degli errori, che possono compromettere l’intero percorso di dimagrimento.

L’industria della perdita di peso è piena di aziende, consulenti ed esperti, che competono per avere la nostra attenzione, spesso diffondendo informazioni errate e facendo promesse difficili da mantenere. Nella lotta per guadagnarsi nuovi clienti, lanciano messaggi fuorvianti e spesso anche controproducenti per chi ha a cuore la propria forma fisica e la propria salute.

Se stai combattendo contro i chili di troppo, c’è una buona probabilità che tu abbia seguito almeno una volta nel passato delle informazioni sbagliate, che ti hanno portato a commettere degli errori che ti hanno impedito di perdere peso.

Basta una sola piccola azione, dettata dai cosiddetti guru improvvisati delle diete, per minare l’intero processo di dimagrimento e per provocare sentimenti di profonda frustrazione e fallimento.

Conoscere alcuni degli errori più importanti da evitare è fondamentale per sbloccare velocemente il potenziale di dimagrimento ed iniziare a vedere i risultati dei tuoi sforzi.

Diamo ora un’occhiata ad ognuno di loro.

I 3 errori più comuni che si commettono a dieta

Errore #1: Fare la “dieta della fame”

dieta-della-fame

Quando pensiamo alla dieta in generale, immaginiamo di dover mangiare di meno. Infatti, la prima regola della dieta dice che per dimagrire bisogna ridurre il numero di calorie. Quindi, ad esempio, se di solito ne consumiamo 1800, sarebbe opportuno scendere a 1400, che è un buon numero. Ma meglio ancora a 1000, giusto? Sbagliato!

Per bruciare il grasso in eccesso in maniera corretta il corpo ha bisogno di energia. Eliminando troppe calorie dalla nostra dieta quotidiana, rischiamo di far andare il nostro corpo in modalità “carestia”, quando si inizia ad accumulare ed immagazzinare il grasso. Quindi, invece di sfruttare le riserve adipose, in questo modo andiamo ad aggiungerne altre ed a fallire nel nostro tentativo di dimagrire.

È possibile che diminuendo drasticamente il numero delle calorie si possa osservare un successo iniziale, ma che non durerà a lungo, ma presto si trasformerà in un fallimento.

L’esempio più chiaro lo vediamo in natura, con gli animali selvatici in inverno, quando il cibo scarseggia. Iniziando a mangiare sempre meno giorno dopo giorno, il loro corpo comincia a prepararsi per una lunga assenza di cibo, immagazzinando tutto quello che viene consumato. Il nostro corpo funziona allo stesso modo. Quando assumiamo troppo poco cibo, si iniziando ad accumulare riserve di energia (grasso) e il metabolismo rallenta.

In uno degli articoli precedenti dedicati alla perdita di peso ho spiegato dettagliatamente come calcolare il fabbisogno calorico giornaliero per dimagrire. Lo puoi leggere QUI.

Bisogna diminuire le calorie moderatamente, in funzione dei nostri precisi obiettivi di dimagrimento. Per farlo in modo giusto puoi anche usare questo metodo, che non è altro che una guida che ti spiega in modo esaustivo come tenere attivo il metabolismo per poter ottimizzare la perdita di grasso in eccesso.

Errore #2: Esagerare con il cardiofitness

palestra-cardiofitness

Il cardiofitness è un insieme di esercizi mirati a migliorare innanzitutto la salute del cuore (da qui il nome “cardio”), a rafforzare i muscoli, ad aiutare a bruciare il grasso in eccesso e, di conseguenza, a dimagrire. Che si tratti del tapis roulant, della cyclette o dell’ellittica, il cardiofitness è una delle attività preferite dalla maggior parte delle persone che desiderano perdere peso.

La sua efficacia si spiega con il fatto che, quando aumenta l’attività cardiaca, il nostro corpo inizia il cosiddetto processo di lipolisi – chiamato più comunemente brucia-grassi. Si instaura, quindi, un legame fra i battiti del nostro cuore e la perdita di peso.

Per questo motivo, il cardiofitness è uno degli allenamenti più adatti per sbloccare il metabolismo e per dimagrire, ma quello che non tutti sanno è che, quando è troppo, smette di essere efficace e può addirittura causare danni. Questo perché, superata una certa soglia della frequenza cardiaca, non si raggiungono più gli effetti benefici desiderati.

Incatenarsi al tapis roulant o alla macchina ellittica non ha senso, ed è sempre consigliabile farsi seguire da un personal trainer per non correre il rischio di mandare a monte l’intero piano di dimagrimento.

Se hai bisogno di assistenza in questa fase e vuoi conoscere meglio che tipi di esercizi stimolano la perdita di peso, potresti consultare il piano di allenamento della Dieta di 2 settimane. Questo programma racchiude i migliori esercizi per bruciare calorie, rafforzare e tonificare il corpo, e perdere grasso velocemente.

Errore #3: Complicare il percorso da seguire

complicato

I piani di dimagrimento troppo complessi fanno tantissime vittime. Troppe regole e piani dietetici difficili da seguire portano solo a fare confusione, a demoralizzare le persone e, infine, a farle mollare.

Come in ogni cosa nella vita, anche per quanto riguarda il percorso di dimagrimento, la semplicità è la scelta migliore. Poche semplici ed intelligenti linee guida sono molto più efficaci per raggiungere gli obiettivi prestabiliti.

Si sa, quella della perdita di peso non è proprio una scienza esatta. Bisogna comprendere come nutrire il proprio corpo con i cibi giusti e con la giusta quantità di energia, in modo da farlo lavorare al meglio ed incoraggiarlo a bruciare le cellule adipose, trasformandole in energia.

Una volta compreso questo meccanismo, non sarà difficile ottenere i risultati sperati. Se hai deciso di affidarti a qualche programma dietetico specifico, devi scegliere quello più trasparente, chiaro e semplice, che ti aiuta non solo a migliorare la forma fisica ed il benessere, ma anche a mantenere la giusta motivazione durante tutto il percorso di dimagrimento.

Conclusione

Può capitare che, guidati dal desiderio di fare meglio, facciamo peggio. Non sempre strafare aiuta a raggiungere i risultati sperati, e non ci accorgiamo neanche come ci allontana sempre di più dal nostro obiettivo. Questo è solo uno dei motivi per cui fare dieta può diventare una vera impresa ed una tortura per chi desidera perdere peso.

Se non hai avuto successo in passato e ti sei reso conto di aver fatto uno di questi tre errori, non abbatterti. A volte basta fare un piccolo cambiamento per rimettersi in carreggiata.

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento. Grazie di cuore!

La dieta dell’acqua: quanto, come e quando bere per dimagrire?

La dieta dell’acqua: quanto, come e quando bere per dimagrire?

La dieta dell’acqua è al momento una delle frasi più cercate dalle persone che desiderano perdere peso in fretta e superare la prova costume. Ma che cos’è esattamente e, soprattutto quanta acqua dobbiamo bere, quando e come la dobbiamo bere per dimagrire? Cerchiamo di scoprirlo…

Come perdere peso velocemente con la Dieta delle 2 settimane? Funziona?

Come perdere peso velocemente con la Dieta delle 2 settimane? Funziona?

L’estate è ormai arrivata, ma come perdere peso velocemente per superare la prova costume? Avete mai sentito della nuova dieta, che promette di perdere fino a 7 chili in soli 14 giorni? La domanda sorge spontanea: questa dieta delle 2 settimane funziona davvero? Vediamo cosa…

Come ottenere un fisico perfetto: 5 comandamenti per una dieta intelligente

Come ottenere un fisico perfetto: 5 comandamenti per una dieta intelligente

Per tantissime persone iniziare un percorso di dimagrimento è molto difficile. Ci vuole disciplina e una forte volontà di cambiare il proprio stile di vita, e di migliorare il proprio aspetto fisico e la salute.

Il famoso istruttore e nutrizionista Brian Flatt, ideatore della “Dieta di 2 settimane” e diventato in poco tempo molto conosciuto dell’élite del mondo del fitness della California del Sud, per prima cosa indica ai suoi clienti l’approccio giusto da seguire, per ottenere successo e perdere peso. Se ti sei mai chiesto come ottenere un fisico perfetto, queste sono le 5 regole, che secondo Brian Flatt possono fare la differenza.

5 comandamenti per una dieta intelligente

#1 Devi mangiare più proteine

Tra tutti i cibi che dovresti mangiare mentre sei a dieta, le proteine sono probabilmente le più importanti. Le proteine aiutano a combattere la fame in modo più efficace, a stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue, e prevengono l’atrofia muscolare. Grazie al consumo giusto di proteine avrai un metabolismo migliore, ed una perdita di grasso accelerata.

Non lasciare mai che l’apporto di proteine sia meno di 25% delle calorie totali che consumi ogni giorno. I nutrizionisti suggeriscono, che dovremmo mangiare 1.4-2.0 grammi di proteine per chilo di peso corporeo.

Cerca si consumarne durante ogni pasto ed ogni spuntino che fai durante la giornata. Potrai trovare una considerevole quantità di proteine all’interno dei seguenti alimenti:

quinoa, bulgur, avocado, pane integrale, ceci, piselli, lenticchie, fagioli, semi di chia, semi di girasole, semi di zucca, frutta secca (mandorle, noci, pinoli, arachidi, pistacchi ecc.), latte e latticini, ma anche ortaggi (come broccoli, cavoli, carciofi, spinaci, peperoni o asparagi).

Lo sapevi che: Fra i sintomi meno conosciuti di un apporto insufficiente di proteine è proprio la difficoltà a perdere peso, la ritenzione idrica e la costante voglia di dolci. 

#2 Devi mangiare regolarmente

dieta intelligente mangiare regolarmente

Forse avrai già sentito, dire che il metabolismo migliora se mangi più spesso. In realtà esistono diverse scuole di pensiero: c’è chi sostiene, che bisogna mangiare 5 volte al giorno (3 pasti e due spuntini), altri invece sono favorevoli ad un numero ridotto di pasti e al digiuno.

Brian Flatt afferma, che bisogna assecondare il proprio corpo e mangiare regolarmente per tenere sotto controllo i morsi di fame, ovviamente senza eccedere con l’apporto calorico e seguendo una dieta sana. La carica energetica che ricevi quando consumi un pasto è direttamente proporzionata alla dimensione del pasto.

Mangiare frequentemente durante il giorno aiuta ad evitare cali di energia ed attacchi di fame. Secondo il coach, coloro che adottano questa linea guida sono più propensi a seguire in modo costante il programma dietetico.

#3 Devi dare la priorità al cibo fresco

come ottenere un fisico perfetto cibo fresco

Bisogna sempre ricordarsi, che la maggior parte dei cibi precotti e preconfezionati sono ricchi di additivi, spesso pericolosi, di grassi e di zuccheri. Purtroppo nel mondo di oggi, i cibi preconfezionati sono ovunque e sono il migliore nemico della perdita di peso. Nutrirsi di questi cibi può ostacolare gli sforzi per una vita sana e per una linea perfetta.

Eliminando i cibi preconfezionati dai una carica pazzesca alla tua dieta. Quando vai a fare la spesa dai priorità ai cibi naturali, alla frutta e la verdura fresca, ai cereali integrali, ai grassi ed oli salutari, alle proteine magre. E soprattutto cucina di più a casa.  

Brian Flatt chiama questo comandamento la regola d’oro della dieta intelligente. Già fare solo questo cambiamento ti aiuterà ad ottenere risultati importanti e a migliorare la tua salute.

#4 Devi porti obiettivi a breve termine

dieta intelligente obiettivi a breve termine

Un’altra regola base della dieta intelligente che devi assolutamente rispettare è quella di continuare a porti degli obiettivi solo a breve termine. Pensa alla strategia che userai oggi, non a quella di cui avrai bisogno tra alcuni mesi. Se i tuoi obiettivi sono troppo lontani da te, è molto probabile che nel tempo tu li perda di vista.

Potrebbe esserti utile mettere per iscritto quali sono i tuoi obiettivi a breve termine (ad esempio: perdere un certo numero di chili in 10 giorni, oppure ridurre il girovita di un tot di centimetri in due settimane ecc.). Inoltre, parlane anche con un amico o con un familiare potrebbe essere utile. Essere completamente conscio di ciò che stai facendo, ti aiuterà a raddoppiare i tuoi risultati.

Non programmare troppo in là, prova a pensare piuttosto ad un periodo di due settimane. Due settimane sono, generalmente, il periodo necessario per formare delle buone abitudini, quindi è il perfetto quantitativo di tempo necessario a creare degli atteggiamenti e delle abitudini che resisteranno nel tempo.

Questo è proprio lo scopo per il quale è stata creata La Dieta delle 2 Settimane. Ti aiuterà a rimanere motivato e coerente, fino a che le nuove abitudini non diventeranno automatiche.

#5 Devi evitare paragoni inutili

come ottenere un fisico perfetto evitare paragoni

Per concludere, Brian Flatt suggerisce di smettere di paragonarci agli altri. Ricorda sempre, che questo è il tuo percorso. Il tuo corpo è unico e non potrai avere gli stessi risultati delle altre persone, quindi non aspettarti di raggiungere gli stessi obiettivi.

Invece, inizia a fare il confronto fra il tuo corpo di oggi e quello di ieri. Così facendo avrai tutto quello di cui hai bisogno, per andare avanti più motivato che mai. Se migliori ogni giorno e tieni fede al tuo programma dietetico, stai già avendo successo.

Su Internet si trovano tantissimi programmi dietetici, allenamenti specifici e articoli su come ottenere un corpo perfetto, ma, secondo Brian Flatt l’approccio intelligente è alla base della dieta intelligente e seguire questi 5 comandamenti ti aiuterà a mantenere la motivazione giusta, ed a raggiungere i tuoi obiettivi uno alla volta.

Se vuoi comprendere meglio cos’è la Dieta di 2 Settimane, guarda questo video:

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento.

Grazie di cuore!

Batteri intestinali – i migliori alleati del peso ideale

Batteri intestinali – i migliori alleati del peso ideale

Una ricerca ha dimostrato che non è la palestra l’alleato perfetto del peso ideale, ma i nostri batteri intestinali! La ricerca del peso forma è dettata non solo dai canoni di bellezza moderni, ma anche dal desiderio di vivere in salute e più a lungo.…

La dieta del digiuno intermittente – come farla e quali controindicazioni ha?

La dieta del digiuno intermittente – come farla e quali controindicazioni ha?

Ultimamente ci viene proposta una nuova forma di dimagrimento – il cosiddetto digiuno intermittente, chiamato anche “dieta on-off”, che promette una perdita di peso importante in un lasso di tempo breve. Ecco cos’è la dieta del digiuno intermittente, le sue forme più diffuse e le…

A che serve la papaya fermentata? Benefici, effetti collaterali, controindicazioni e migliori integratori.

A che serve la papaya fermentata? Benefici, effetti collaterali, controindicazioni e migliori integratori.

La papaya fermentata è uno dei pochissimi integratori cosiddetti nutrigenomici, perché protegge il nostro DNA dallo stress ossidativo. Vediamo dunque a che serve la papaya fermentata, quali sono i suoi benefici, gli effetti collaterali e le controindicazioni, e quali sono i migliori integratori di papaya fermentata sul mercato.

 

Cos’è la papaya fermentata?

Di papaya fermentata si parla fin dalla metà degli anni ’80. Tutto merito del virologo Premio Nobel Luc Montagnier, che prescriveva papaya fermentata ai suoi pazienti malati di Aids per stimolare le loro difese immunitarie.

Da allora vi sono state fatte numerosissime ricerche sulla papaya fermentata e sui principi attivi di questo rimedio anti-invecchiamento.

La papaya è un frutto tropicale ricchissimo di proprietà benefiche per la nostra salute, ma grazie al processo di fermentazione naturale, che dura circa dieci mesi, le sue caratteristiche vengono potenziate ed il contenuto di antiossidanti viene ottimizzato. Infatti, solo in seguito alla bio-fermentazione gli enzimi della papaya iniziano a produrre il prezioso betaglucano – tanto utile per il nostro sistema immunitario e per il nostro metabolismo.

Oltre al betaglucano, la papaya fermentata contiene venti enzimi proteolitici, responsabili per l’assimilazione e l’utilizzazione ottimale delle proteine.

La papaya fermentata è disponibile come integratore alimentare, di solito sotto forma di estratto secco (tavolette, capsule o bustine monodose contenenti la papaya fermentata liofilizzata in polvere finissima).

Ma vediamo ora a che serve la papaya fermentata.

 

I benefici della papaya fermentata

Proprietà antinfiammatoria e antiossidante

papaya-fermentata-benefici-antinvecchiamento-antinfiammatoria

Di recente è stato introdotto un termine “inflammaging” – contrazione di “inflamation” (infiammazione) e “aging” (invecchiamento). È stato dimostrato che la papaya, infatti, combatte l’inflammaging – l’infiammazione cronica di fondo, che è all’origine della degenerazione e dell’invecchiamento tissutale.

Siamo soggetti a tantissimi processi infiammatori asintomatici, dovuti allo stress, alle cattive abitudini alimentari, al fumo, al consumo di alcool, all’assunzione di farmaci o all’inquinamento. Questi processi infiammatori possono scatenare diverse patologie cronico-degenerative ed anche tumori. Grazie proprio al contenuto di enzimi e betaglucani, la papaya fermentata riesce a disintossicare la cosiddetta matrice extracellulare – il gel fluido in cui si trovano le cellule che, per colpa dell’accumulo di tossine, diventa sempre più denso. Riacquistando la fluidità, migliora anche l’ossigenazione dei tessuti – le cellule vengono nutrite meglio e i radicali liberi (responsabili dell’ossidazione che accelera l’invecchiamento) vengono neutralizzati.

Per questo motivo la papaya fermentata è uno degli integratori antiaging preferiti per chi desidera mantenersi giovane più a lungo.

Proprietà immunostimolanti

La papaya fermentata aiuta a ristabilire il pH del nostro intestino che, a causa dello stress, dello stile di vita sedentario o dell’alimentazione sbagliata e povera di frutta e verdura fresca, tende all’acidità.  Tutto merito dell’enzima papaina, che ha un effetto alcalinizzante, utile a ristabilire l’equilibrio acido-base. Sappiamo tutti che i batteri cosiddetti “cattivi” proliferano in ambiente acido. Bilanciando il pH intestinale, viene riequilibrata la flora batterica intestinale e, di conseguenza, il nostro sistema immunitario viene rafforzato.

La papaya fermentata, inoltre, contiene lisozima e carpaina (un enzima e un alcaloide), che hanno un’azione antisettica ed aiutano a prevenire infezioni intestinali.

Protegge i tessuti ed i vasi sanguigni

La papaya fermentata è ricca di Vitamina E, protettiva delle membrane cellulari, e di flavonoidi che, oltre a migliorare la permeabilità dei vasi sanguigni e la circolazione del sangue in generale, inibiscono la sintesi di enzimi tumorali. Per questo motivo la papaya fermentata aiuta a prevenire diverse malattie degenerative cardiovascolari, neoplastiche e cutanei.

Inoltre, grazie alla presenza di calcio, potassio e magnesio, la papaya fermentata è un integratore utile durante la menopausa, perché aiuta a prevenire l’osteoporosi e migliora l’attività dei muscoli.

Aiuta la digestione e la perdita di peso

papaya-fermentata-benefici-digestione-perdita-di-peso

Come già menzionato sopra, la papaya fermentata contiene enzimi proteolitici, in modo particolare la papaina, che favorisce la scomposizione e l’assimilazione delle proteine da parte dell’organismo. In questo modo viene migliorata la digestione e viene contrastata la formazione di tossine – sostanze di scarto, che l’organismo deve eliminare e che spesso si accumulano causando infiammazioni.

La presenza di betaglucano, inoltre, aiuta la regolarità e la salute intestinale.

La papaya fermentata può essere di valido aiuto anche nelle cure dimagranti, non solo perché migliora la digestione ed il transito intestinale, ma anche grazie alle sue proprietà disintossicanti e drenanti, e perché dona energia, aumenta il senso di sazietà e stimola il metabolismo.

Aiuta a prevenire e a migliorare i sintomi dell’Alzheimer

Uno studio condotto dal Dipartimento di geriatria dell’Università di Palermo, pubblicato nell’aprile del 2015 sulla rivista scientifica “Mediators of Inflammation”, ha dimostrato la capacità della papaya fermentata di contrastare sia l’infiammazione, che lo stress ossidativo che danneggiano i neuroni.

A 40 pazienti affetti da Alzheimer moderato sono stati somministrati per tre mesi 9 g al giorno di papaya fermentata (FPP – fermented papaya preparation). A fine cura, misurando alcuni parametri biochimici, i ricercatori hanno riscontrato una marcata riduzione del marker dell’infiammazione PCR e delle citochine pro-infiammatorie.

Azione tonica

La papaya fermentata è ricchissima di vitamine (A, E, vitamine del gruppo B) e Sali minerali (come potassio e magnesio), utili per riacquistare tono ed energia in modo naturale.

 

Quando può essere utile assumere un integratore di papaya fermentata?

quando-prendere-papaya-fermentata

 

Effetti collaterali e controindicazioni della papaya fermentata

  • La papaya fermentata dovrebbe essere evitata in caso di assunzione di farmaci che fluidificano il sangue (ad esempio dopo un infarto), perché i flavonoidi contenuti in essa possono potenziare l’effetto di questi farmaci.
  • Può provocare gonfiore e nausea nelle persone che soffrono di disturbi gastrointestinali.
  • Da evitare in caso di assunzione di integratori di ferro.
  • Da evitare in caso di gravidanza (potrebbe provocare contrazioni uterine) e durante l’allattamento.

 

Come prendere la papaya fermentata?

Contenendo anche le vitamine A, C, E e vitamine del gruppo B, Sali minerali e molti aminoacidi, la papaya fermentata è un ottimo ricostituente stagionale.

A titolo preventivo, è consigliabile assumere 3 g di papaya fermentata al giorno, e in caso di postumi di infezioni virali 6 g al dì, mentre per mantenere giovane il cervello e proteggerlo da Parkinson e dall’Alzheimer è consigliato arrivare fino a 9 g al giorno.

 

Quali sono i migliori integratori di papaya fermentata?

papaya-pura-ZUCCARIPapaya Pura ZUCCARI (45 Bustine da 3g ciascuna) – 100% Papaya bio-fermentata, atomizzata e granulata. Prodotta in Italia, senza glutine e senza OGM.

Può essere assunta in ogni stagione – una bustina al giorno, preferibilmente lontano dai pasti, direttamente sotto la lingua. Per facilitare l’assorbimento, non consumare cibi e bevande nei 5 minuti successivi all’assunzione.

 

 

papaya-start-up-ZUCCARIPapaya Start-Up ZUCCARI (10 bustine da 5g ciascuna) – 100% papaya bio-fermentata, atomizzata e granulata, ed è arricchita con Vitamina B12 e con 5mg di BioPerine® per dose – un estratto del pepe nero che ottimizza l’assimilazione dei principi attivi da parte dell’organismo.

Si assume una bustina di Papaya Start-Up al giorno, preferibilmente lontano dai pasti, direttamente sotto la lingua. Per facilitare l’assorbimento, non consumare cibi e bevande nei 5 minuti successivi all’assunzione. Il trattamento può essere prolungato a piacere o eventualmente proseguire con l’assunzione di Papaya Pura®.

 

 

papaya-fermentata-ImunAge-NamedNamed Immun Age Papaya Fermentata Polvere (FPP – Fermented Papaya Preparation) – 60 Bustine Orosolubili da 3 g ciascuna.

Non OGM, senza glutine, non contiene zuccheri aggiunti, coloranti, conservanti e additivi chimici.

Si consiglia l’assunzione di una bustina al giorno, preferibilmente lontano dai pasti, al mattino appena svegli. Far sciogliere il contenuto della bustina sotto la lingua.

 

 

papaya-fermentata-body-spring-ANGELINIBody Spring Papaya fermentata pura ANGELINI (30 bustine da 3 g ciascuna) – contiene Papaya fermentata pura più succo del frutto (Carica Papaya L., destrosio da mais) polvere 100% 3 g.

Sciogliere direttamente in bocca il contenuto di una bustina di prodotto al giorno, lontano dai pasti. In caso di particolare necessità e periodi di particolare stress, la dose giornaliera può essere aumentata fino a tre bustine.

 

 

 

papaya-fermentata-specchiasolPapaya Fermentata SPECCHIASOL (30 compresse) – con estratto liofilizzato di Aloe.

1 compressa apporta: 600 mg di Papaya fermentata, 100 mg di Aloe.

Si consiglia si assumere 1-2 compresse al giorno.

 

 

 

papaya-fermentata-CONUA Papaya fermentata CONUA (120 compresse da 355 mg ciascuna) – papaia naturale, senza additivi o conservanti.

Si consiglia l’assunzione di 4-6 capsule al giorno, ai pasti con un bicchiere d’acqua.

 

 

 

 

papaya-fermentata-EQUILIBRAPapaya fermentata EQUILIBRA Carica 4000 mg (16 bustine monodose) – arricchito con Goji fermentato. La polvere, in comode bustine monodose, priva di coloranti e conservanti, consente di avere un prodotto ad alta concentrazione, immediatamente attivo in forma libera già nello stomaco, fornendo nel contempo un sapore piacevole al palato. Ogni bustina contiene 4 g di papaya fermentata e 100 mg di goji fermentato.

1 bustina al giorno – può essere assunta direttamente sotto la lingua o diluita in un bicchiere d’acqua, preferibilmente al mattino.

 

 

Hai trovato utile questo articolo? Lasciami un commento o condividilo con i tuoi amici! 

Grazie di cuore!



Clorofilla: che cos’è e perché mangiare cibi verdi?

Clorofilla: che cos’è e perché mangiare cibi verdi?

La clorofilla viene associata al colore verde delle piante. Ma il suo ruolo non si limita solamente al colorare le foglie. In questo post cercheremo di comprendere meglio, che cos’è la clorofilla e perché dovremmo mangiare più spesso cibi verdi.   Che cos’è la clorofilla? La…