I cachi – tante proprietà benefiche ma anche rischi per la salute. Controindicazioni, avvertenze e quanti cachi al giorno mangiare.

I cachi – tante proprietà benefiche ma anche rischi per la salute. Controindicazioni, avvertenze e quanti cachi al giorno mangiare.
Condividi

I cachi, chiamati anche Kaki, Mela d’Oriente, “loto del Giappone” e “cibo degli dei”, sono ricchissimi di proprietà benefiche, ma questi frutti antichissimi hanno anche controindicazioni importanti. È fondamentale sapere quanti cachi al giorno mangiare, per non correre rischi per la salute.

I cachi sono frutti deliziosi capaci di stregare chiunque con il loro colore ed il loro sapore, ma non tutti sanno che bisogna stare particolarmente attenti, perché in alcuni casi consumare cachi potrebbe provocare problemi di salute non indifferenti.

Cachi – 6 controindicazioni ed avvertenze:

cachi-controindicazioni-avvertenze-pancialeggera

1 – Possono causare intolleranze e reazioni allergiche.

Se soffrite di allergie alimentari, dovrete prestare maggiore attenzione al consumo dei cachi. Questo frutto, inoltre, andrebbe consumato con grande cautela dai bambini piccoli, dalle donne in dolce attesa e durante l’allattamento. Spesso un consumo moderato di cachi non comporta rischi per la salute, ma per una maggiore tranquillità, è consigliabile consultare un medico.

2 – Possono causare stipsi.

Se soffrite di stipsi, è consigliabile evitare di consumare cachi, soprattutto i cachi poco maturi, che, grazie alla presenza di una quantità elevata di tannini, possono provocare episodi di stitichezza. Per minimizzare questo rischio, è importante scegliere solo i cachi molto maturi.

3 – Possono causare la formazione di bezoari – “calcoli” nello stomaco

I bezoari sono raccolte compatte di materiale parzialmente digerito o non digerito, che possono aderire alle pareti del tratto digerente e, in alcuni casi, perforarle. (Fonte: msdmanuals.com)

I cacchi hanno la polpa gelatinosa e ricca di fibre, che talvolta non viene digerita bene e si indurisce nello stomaco, formando i bezoari. Se troppo grandi, questi devono essere asportati chirurgicamente.

cachi-controindicazioni-pancialeggera

4 – Possono causare diarrea.

Attenzione a non mangiare cachi a digiuno, perché possono provocare diarrea. È consigliabile mangiare i cachi dopo i pasti, anche per sfruttare la loro proprietà di migliorare la digestione.

5 – Possono abbassare la pressione sanguigna.

I cacchi hanno la proprietà di abbassare la pressione sanguigna, ed andrebbero consumati con cautela da persone che soffrono di pressione bassa.

6 – Aumentano i livelli di glucosio nel sangue.

I cachi andrebbero consumati con enorme cautela dalle persone che soffrono di diabete, perché ricchi di zuccheri e possono far salire la glicemia.

cachi-quanti-al-giorno-mangiare-pancialeggera

Quanti cachi al giorno mangiare per non correre rischi?

La quantità consigliata è di 1-2 frutti al giorno. In questo modo vengono sfruttate le numerose proprietà benefiche dei cachi, senza provocare danni alla nostra salute.

È giusto ribadire che i cachi non hanno solo controindicazioni, ma sono anche un frutto meravigliosamente ricco di proprietà benefiche e, se mangiati con moderazione, sono una fonte di vitamine e nutrienti preziosi.

Proprietà benefiche dei cachi:

1 – Utili per la salute degli occhi, perché ricchi di vitamina A, C e K, luteina e zeaxantina – antiossidanti che proteggono la vista.

2 – Utili per la digestione, grazie alla ricchezza di fibre.

3 – Proteggono contro i radicali liberi, e sono un alleato della giovinezza, perché ricchi di antiossidanti.

4 – Aiutano a dimagrire, perché aumentano il senso di sazietà.

5 – Rafforzano le difese immunitarie, grazie alla presenza di vitamina C.

6 – Utili in caso di ipertensione, perché aiutano ad abbassare la pressione sanguigna. 


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.



Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *