Tag: cannella

Apix Propoli contro i sintomi del raffreddore

Apix Propoli contro i sintomi del raffreddore

La linea Apix Propoli della Bios Line è una serie di prodotti studiati appositamente per combattere i sintomi del raffreddore in modo naturale.   I farmaci, è risaputo, curano da una parte e distruggono dall’altra. Non voglio assolutamente sminuire il ruolo dei farmaci in alcuni […]

Come curare il raffreddore con i rimedi naturali – 5 ricette efficaci

Come curare il raffreddore con i rimedi naturali – 5 ricette efficaci

Il raffreddore può colpire più volte all’anno sia i grandi che i piccoli, ma è più frequente durante il cambio di stagione. Ma come curare il raffreddore senza ricorrere agli antibiotici?   Il raffreddore si presenta con diversi sintomi: mal di gola, febbre, naso chiuso […]

10 alimenti e prodotti che NON fanno bene alla pelle del viso

10 alimenti e prodotti che NON fanno bene alla pelle del viso

Le maschere e le creme fai-da-te risultano molto utili per migliorare e tonificare la pelle del viso. Gli ingredienti principali che utilizziamo, sono i cibi ed i prodotti che abbiamo in casa. Ma è fondamentale sapere, che alcuni alimenti e prodotti non fanno bene alla pelle del nostro viso e possono addirittura provocare danni.

 

Il web è ricco di suggerimenti, consigli e ricette di rimedi casalinghi che mirano a purificare, tonificare, idratare e migliorare l’aspetto e la salute del nostro viso. Fra questi vi sono le maschere, le lozioni, gli scrub preparati con ingredienti semplici e facilmente reperibili nelle nostre case. Ma non tutto ciò che è naturale, o che si mangia o si beve è adatto per essere steso sulla pelle del viso. I dermatologi, infatti, sconsigliano l’uso di alcuni prodotti, perché possono essere irritanti.

 

10 alimenti e prodotti che NON fanno bene alla pelle del viso

 

1 – Bicarbonato di sodio

bicarbonato-non-fa-bene-alla-pelle-de-viso

Il bicarbonato di sodio si trova in tantissime ricette di esfolianti casalinghi. Grazie alla sua consistenza sabbiosa, questo ingrediente viene spesso e volentieri inserito nei scrub fai-da-te, ma è assolutamente controindicato e non dovrebbe entrare in contatto con la pelle del viso. La spiegazione è semplice: il bicarbonato di sodio è un prodotto con un Ph molto alto (9), mentre la pelle normale ha un Ph fra 4,5 e 5,7. Il bicarbonato secca troppo la pelle del viso, ed il suo utilizzo regolare potrebbe disidratarla troppo.

2 – Acqua calda

acqua-calda-non-fa-bene-alla-pelle-del-viso

L’acqua calda è un forte irritante per la pelle. Dopo una doccia calda o un bagno la nostra pelle (e soprattutto la pelle del viso) ha bisogno di una dose extra di idratazione, perché l’acqua calda ha la capacità di lavare via il film idrolipidico che protegge la nostra pelle.

L’acqua calda è controindicata specialmente in caso di psoriasi, eczemi e cheratosi.

3 – Dentifricio

dentifricio-non-fa-bene-alla-pelle-del-viso

Alcune persone consigliano di applicare del dentifricio sui brufoli e sugli arrossamenti. Niente di più sbagliato. La maggior parte dei dentifrici contiene ingredienti molto aggressivi per la pelle del nostro viso, che possono provocare ustioni ed irritazioni. In caso di acne o brufoli, i dermatologi consigliano di utilizzare prodotti a base di perossido di benzoile, piuttosto che dentifricio od altri prodotti inadatti.

 

4 – Acqua ossigenata

acqua-ossigenata

Sappiamo tutti, che l’acqua ossigenata è un disinfettante e può essere utile in caso di piccole ferite. Tuttavia è una pessima idea utilizzarla come ingrediente di cosmetici fai-da-te. L’acqua ossigenata è fortemente irritante e può provocare rossori ed infiammazioni, disidratare la pelle ed indebolire le sue difese.

5 – Zucchero e sale

zucchero-e-sale-non-fanno-bene-alla-pelle-del-viso

Questi sono i due ingredienti classici, maggiormente utilizzati per preparare cosmetici casalinghi. Si ritiene, che siano degli ottimi esfolianti, ma si possono utilizzare sulla pelle del corpo e NON su quella del viso.

La pelle del viso è troppo delicata e potrebbe essere danneggiata dai granuli duri e grezzi dello zucchero e del sale.

6 – Crema mani

crema-mani

Alcune persone usano la crema mani come crema viso, pensando erroneamente che sia un valido sostituto oppure che abbia un effetto idratante maggiore. La crema mani invece non è adatta per la pelle delicata del viso. È studiata, per essere applicata sulle mani e per difendere le mani dall’azione aggressiva dei detersivi e dei saponi. Se applichiamo la crema mani sul viso rischiamo di “soffocare” la pelle, andando ad ostacolare l’ossigenazione dei tessuti ed a provocare infiammazioni ed allergie.

7 – Alcool

alcool

L’alcool indebolisce le difese della pelle e la rende più vulnerabile all’attacco dei microbi e dei batteri. Molte persone, che hanno la pelle grassa e soffrono di acne, utilizzano l’alcool per disinfettarla, ma, eliminando lo strato protettivo e “sgrassando” troppo la pelle del viso, si ottiene l’effetto contrario. La pelle inizia a produrre ancora più sebo.

8 – Limone

limone-non-fa-bene-alla-pelle-del-viso

Il limone è noto per le sue proprietà sbiancanti e viene aggiunto in molti rimedi per combattere le macchie e le lentiggini. Il limone ha un Ph acido uguale a 2 ed il succo di limone può provocare infiammazioni a livello cellulare. Per giunta gli oli essenziali contenuti negli agrumi sono fototossici, e possono provocare ustioni se dopo l’applicazione si viene esposti al sole.

9 – Cannella

cannella-non-fa-bene-alla-pelle-de-viso

La cannella è una spezia favolosa. Ma il suo utilizzo dovrebbe essere limitato come tale. È sbagliato pensare, che la cannella può aiutare a combattere l’acne o le macchie scure. La cannella, se applicata sulla pelle del viso, può provocare bruciore, secchezza ed infiammazione.

10 – Aceto

aceto-non-fa-bene-alla-pelle-del-viso

L’aceto è un altro prodotto da scartare e da non utilizzare mai sulla pelle del viso, soprattutto se si ha una pelle sensibile o irritata. E’ spesso consigliato per combattere l’acne o funghi, ma grazie al contenuto dell’acido acetico, l’utilizzo del aceto può danneggiare e seccare tropo la pelle del viso.

 

 

Grazie per aver letto 10 alimenti e prodotti che NON fanno bene alla pelle del viso! Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento. Grazie di cuore!



Mele al forno con noci, cannella e uvetta

Mele al forno con noci, cannella e uvetta

In questo periodo si viene stregati dal profumo irresistibile delle mele – un frutto meraviglioso che ha un sapore incredibile sia se mangiato fresco, sia cotto. La ricetta di oggi – mele al forno con noci, cannella e uvetta – è un dessert leggero, profumato […]

Dolci integrali con mele e uvetta aromatizzati allo zenzero e cannella – ricetta senza burro e senza uova

Dolci integrali con mele e uvetta aromatizzati allo zenzero e cannella – ricetta senza burro e senza uova

Le mele sono una fonte inesauribile di ispirazione per creare ricette originali, semplici e buonissime, come questi dolci integrali con mele e uvetta aromatizzati allo zenzero e cannella senza burro e senza uova. Questa è una ricetta davvero facile e veloce (come d’altronde la maggior […]

Dallo zenzero al Reishi – 7 rimedi naturali per combattere la febbre

Dallo zenzero al Reishi – 7 rimedi naturali per combattere la febbre

I primi freddi portano con sé tanti malanni di stagione, influenze e raffreddori, caratterizzati spesso da un sintomo molto frequente – la febbre, che può essere combattuta efficacemente con alcuni rimedi naturali.

Cos’è la febbre?

La febbre è un sintomo – un aumento anomalo della temperatura corporea e rappresenta un meccanismo attraverso il quale il nostro organismo si difende contro i batteri ed i virus.

Se la febbre non supera di molto i valori normali, è possibile ricorrere ad alcuni rimedi naturali piuttosto che ai farmaci per abbassarla ed aiutare le nostre difese immunitarie ad eliminare i virus o i batteri responsabili per la comparsa di questo sintomo.

7 rimedi naturali per combattere la febbre

zenzero-febbre-rimedi-naturali-pancilegera

1 – Zenzero

Come curarsi con lo zenzero?

Di solito si usa lo zenzero fresco sotto forma di infuso (un cucchiaino di zenzero grattugiato per una tazza di acqua calda e lasciare in infusione per 10 minuti), oppure la tintura madre di zenzero (un cucchiaino tre volte al giorno).

In caso di febbre lo zenzero può anche essere assunto sotto forma di integratore alimentare con un dosaggio di due capsule di 500 mg di estratto secco tre volte al giorno.

Avvertenze e controindicazioni:

Evitate di usare questo rimedio naturale se soffrite di calcoli alla colecisti (litiasi biliare).

 

cannella-febbre-rimedi-naturali-pancialeggera

2 – Cannella

Come curarsi con la cannella?

La cannella può essere utile non solo per abbassare la febbre, ma anche per ridurre l’infiammazione e calmare il dolore.

Di solito la cannella viene assunta nell’infuso, preparato lasciando in infusione un cucchiaino di cannella in polvere in una tazza di acqua calda per 20 minuti circa. Si possono consumare fino a tre tazze al giorno di questo rimedio.

Avvertenze e controindicazioni:

Dovete fare molta attenzione se soffrite di gastrite o di reflusso gastroesofageo. La cannella infatti può provocare iperacidità gastrica e per questo motivo è assolutamente da evitare l’uso della cannella in concomitanza con i FANS.

 

reishi-ganoderma-febbre-rimedi-naturali-pancialeggera

3 – Il fungo medicinale Ganoderma lucidum, detto anche Reishi

Come curarsi con il Reishi?

Questo fungo medicinale, oltre alle innumerevoli proprietà benefiche per la nostra salute, aiuta anche a combattere la febbre in caso di influenza o di raffreddore ed a rafforzare il sistema immunitario.

Il Reishi o il Ganoderma lucidum viene assunto di solito sotto forma di integratore alimentare o bevande ed il dosaggio medio è di almeno 2 grammi al giorno.

Avvertenze e controindicazioni:

Non assumere il Ganoderma lucidum (Reishi) se si è in cura con farmaci anticoagulanti.

 

uncaria-tomentosa-febbre-rimedi-naturali-pancialeggera

4 – Uncaria tomentosa (unghia di gatto)

Come curarsi con l’uncaria tomentosa?

L’uncaria tormentosa è ricca di proprietà immunostimolanti, antinfiammatorie ed antivirali, ed è un ottimo rimedio naturale in caso di febbre alta.

L’unghia di gatto può essere assunta sia sotto forma di infuso (lasciare in infusione per 10-15 minuti tenendo coperto, filtrare e bere sempre calda, 2-3 tazze al giorno lontano dai pasti), sia sotto forma di capsule o compresse di estratto secco (non più di 500 mg al giorno).

Avvertenze e controindicazioni:

A meno che non soffriate di allergie, non esistono controindicazioni particolari nell’utilizzo di questo rimedio naturale.

 

citronella-febbre-rimedi-naturali-pancialeggera

5 – Olio essenziale di citronella

Come curarsi con l’olio essenziale di citronella?

La citronella è nota per le sue proprietà antibatteriche, antivirali ed antinfiammatorie, e sotto forma di olio essenziale può senz’altro essere utile per abbassare la febbre.

In questo caso, poche gocce di olio essenziale, diluite in un olio vettore, vengono impiegate per massaggiare delicatamente la fronte e la nuca per 3-5 minuti.

Avvertenze e controindicazioni:

Evitare di usare l’olio essenziale di citronella su bambini e neonati.

 

genziana-febbre-rimedi-naturali-pancialeggera

6 – Genziana

Come curarsi con la genziana?

La genziana è un ottimo rimedio in caso di febbre.

Con i fiori secchi di genziana si può preparare una tisana, da bere ogni tre ore.

Con la radice essiccata di genziana, invece, si può preparare un decotto, facendo bollire un pezzetto di 3-4 cm di radice in mezzo litro d’acqua fino ad ottenere una sola tazza, da bere a digiuno al mattino.

Per abbassare la febbre si può usare anche la tintura madre di genziana (40 gocce due-tre volte al giorno).

Avvertenze e controindicazioni:

Evitare l’uso di genziana in caso di disturbi gastrointestinali e in gravidanza.

 

salice-bianco-febbre-rimedi-naturali-pancialeggera

7 – Salice bianco

Come curarsi con il salice bianco?

Il salice bianco è un ottimo rimedio antinfiammatorio e antidolorifico, infatti è chiamato anche l’aspirina naturale, ed è un ottimo alleato per combattere gli stati febbrili.

È largamente utilizzato sotto forma di infuso (lasciare in infusione un cucchiaino di polvere di scorza di salice bianco per 20 minuti in una tazza di acqua calda), di capsule o compresse di estratto secco (da prendere due volte al giorno dopo i pasti), oppure tintura madre (30-40 gocce in un po’ d’acqua due-tre volte al giorno sempre dopo i pasti).

Avvertenze e controindicazioni:

Proprio come l’aspirina, anche questo rimedio naturale può irritare la mucosa gastrica, perciò viene sconsigliato l’utilizzo in casi di disturbi gastrici.

Evitate l’utilizzo di salice bianco se prendere farmaci anti-coagulanti.


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.


Consigli di lettura:

Grazie alla struttura chiara del libro e all’elenco alfabetico delle patologie e dei disturbi, è facile individuare l’erba più indicata ad ogni situazione e applicarla nel modo giusto seguendo i numerosi consigli qui contenuti.

Erbe Officinali del Giardino del Signore
Il mio erbario: consigli utili per la salute e il benessere

Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere




Cosa succede se mangiamo ogni giorno un cucchiaio di miele con cannella?

Cosa succede se mangiamo ogni giorno un cucchiaio di miele con cannella?

Conosciamo tutti il miele e la cannella. Si usano non soltanto nell’alimentazione, ma sono anche dei rimedi antichi per curare tantissimi disturbi. Il miele e la cannella sono ingredienti indispensabili della medicina ayurvedica e della medicina cinese. Il miele non si guasta mai, mentre la […]