Tag: noci

Cibi acidi e alcalini: come ristabilire il pH naturale dell’organismo

Cibi acidi e alcalini: come ristabilire il pH naturale dell’organismo

Si avvicinano le feste pasquali – ricche non solo di momenti di gioia, ma anche di eccessi a tavola, che possono scatenare diversi fastidi, andando a rompere l’equilibrio acido-base dell’organismo legato al pH. Quali sono i sintomi dello squilibrio acido-base? Come ristabilire il pH naturale…

Batteri intestinali – i migliori alleati del peso ideale

Batteri intestinali – i migliori alleati del peso ideale

Una ricerca ha dimostrato che non è la palestra l’alleato perfetto del peso ideale, ma i nostri batteri intestinali! La ricerca del peso forma è dettata non solo dai canoni di bellezza moderni, ma anche dal desiderio di vivere in salute e più a lungo.…

I migliori cibi e rimedi naturali per capelli sani e forti

I migliori cibi e rimedi naturali per capelli sani e forti

Come prevenire la perdita stagionale di capelli in modo naturale? Alcuni dei migliori cibi e rimedi naturali per avere capelli sani e forti.

 

L’estate pian piano lascia spazio all’atmosfera autunnale e se ne va portando via anche un po’ della nostra chioma. Durante il cambio di stagione (autunno e primavera), infatti, cadono più capelli, e questo è dovuto ad un fattore fisiologico di ricambio naturale. È assolutamente normale. Tutti i peli del corpo cadono regolarmente e sono sostituiti da nuovi peli. Così come la natura si ripulisce per lasciare spazio al nuovo, anche i nostri capelli e la nostra pelle hanno bisogno di rigenerarsi.

In autunno il nostro corpo ha bisogno di un maggiore apporto di vitamine e minerali, perché si prepara alla stagione fredda, mentre in primavera, l’organismo deve liberarsi delle scorie accumulate durante i mesi invernali.

cambio-di-stagione-caduta-di-capelli

Ma esistono anche altre cause dell’indebolimento e della perdita di capelli, come:

  • lo stress (che blocca il processo di crescita dei nuovi capelli);
  • la dieta troppo drastica e i disturbi alimentari (anoressia e bulimia);
  • uno squilibrio ormonale (come ad esempio durante la gravidanza o la menopausa);
  • l’uso di prodotti cosmetici troppo aggressivi;
  • l’inquinamento ambientale;
  • la carenza di alcuni nutrienti importanti, come la vitamina A (che fornisce nutrimento al capello) o lo zinco (responsabile della formazione di cheratina);
  • i fattori ereditari.

Quando la crescita di nuovi capelli non riesce a compensare la perdita parliamo di un disturbo, chiamato alopecia (calvizie), che colpisce fra il 50 e l’80% degli uomini caucasici e il 40% delle donne. La causa più frequente di questo disturbo è un eccesso di ormoni maschili, ma una perdita temporanea di capelli può anche essere dovuta a malattie accompagnate da febbre alta, gravidanza, chemioterapia, raggi X, ingestione di metalli, malnutrizione, dermopatie, disturbi endocrini, danni chimici ai capelli.

Per prevenire e rimediare alla perdita di capelli è importante riconoscere ed eliminare la causa, quando ciò è possibile. Anche l’alimentazione ed i numerosi rimedi naturali aiutano a rendere i nostri capelli più forti e resistenti.

 

Cosa mangiare per avere capelli sani e forti?

Chi ha capelli fragili dovrebbe adottare una dieta ricca di nutrienti importanti, come le vitamine A, C, D, P, B5, B6, C, H e di minerali, come lo zinco (indispensabile per la crescita dei capelli), il ferro e il rame.

La vitamina A mantiene integre le membrane di tutte le cellule viventi. La vitamina P (bioflavonoidi) rende i capillari più forti ed è utile per favorire l’irrorazione sanguigna del cuoio capelluto, combatte l’arrossamento. La vitamina B5 favorisce l’attività delle cellule epiteliali. La vitamina H (biotina) è utile per combattere la caduta dei capelli, perché favorisce l’integrità della pelle.

Fra i migliori cibi consigliati vi sono:

  • carote, spinaci, fegato, uova, patate dolci, cavoli, broccolifonti di Vitamina A e vitamina C;
  • mirtilli, agrumi – fonti di Vitamina P (bioflavonoidi);
  • lievito di birra, latte, yogurt, frumento, riso, cavoli, fegato, uova, pollo – fonti di vitamine del gruppo B;
  • banane, insalata, latte, uova, fegato, lenticchie – fonti di biotina;
  • olio di germe di grano, alghe, pesce, miglio, lievito di birra, semi, noci e frutta secca, ostriche, lenticchie, pollo – fonti di minerali.

 

I migliori rimedi naturali per capelli forti e sani

Che siano sotto forma di maschere, tisane o integratori alimentari, i rimedi naturali sono molto utili per dare più forza a capelli fragili e per combattere la perdita stagionale di capelli.

Fra i migliori rimedi naturali vi sono:

  • Olio essenziale di rosmarino – è utile per stimolare la circolazione sanguigna nel cuoio capelluto. Da applicare sui capelli umidi e lasciare in posa 30 minuti, prima di risciacquare con uno shampoo delicato.
  • Aceto di mele – ha proprietà idratanti, sebo-regolatrici, utile per combattere la forfora, dona lucentezza e forza ai capelli. Aggiungere un bicchierino di aceto in una bacinella d’acqua e sciacquare i capelli dopo aver fatto lo shampoo. Aggiunto nelle maschere, inoltre, è utile per combattere le doppie punte.
  • Tea trea oil – elimina il sebo in eccesso, che ostruisce i follicoli, impedendo la crescita di nuovi capelli.
  • Zenzero – utile per prevenire la caduta, perché stimola la circolazione sanguigna nel cuoio capelluto.
  • Olio di ricino – nutre i capelli, perché ricco di vitamine, Sali minerali, omega-3 e acido ricinoleico. Da applicare con un massaggio delicato sul cuoio capelluto e poi su tutta la lunghezza dei capelli. Lasciare in posa per un paio d’ore, avvolgendo i capelli con un asciugamano bagnato in acqua calda.

 

Ricetta maschera rigenerante per capelli:

Ingredienti: un pezzetto di zenzero fresco, olio di ricino biologico.

Procedimento: pelare, grattugiare la radice di zenzero e strizzarla attraverso un colino o con l’aiuto di una garza per ricavarne il succo. Mescolate il succo di zenzero in pari quantità con dell’olio di ricino ed applicate, massaggiando delicatamente, sul cuoio capelluto e su tutta la lunghezza dei capelli. Questa maschera è utile per stimolare la crescita dei capelli.

 

  • Infuso di foglie di olivo (Olivum) – ricco di antiossidanti, contrasta la formazione di radicali liberi, protegge i capelli e li rende più forti. Applicare alcune gocce sul cuoio capelluto e massaggiare delicatamente.
  • Polvere di fieno greco – nutre, dona luminosità e bellezza ai capelli. Si scioglie in acqua calda per ottenere un composto gelatinoso da spalmare sul cuoio capelluto.
  • L’equiseto – chiamato anche coda cavallina, ha un effetto remineralizzante, rafforza la chioma, previene la caduta e stimola la crescita dei capelli.
  • La borragine – protegge dalle aggressioni esterne, ha proprietà sebo-regolatrici, rinforzanti e remineralizzanti.
  • Il miglio – può essere molto utile soprattutto nei periodi di stress elevato. È ricco di vitamine del gruppo B (B1, B2, B5, B6 e B12), che aiutano a combattere la fragilità dei capelli. Le sostanze nutritive contenute nel miglio (ferro, cistina, metionina, proteine contenti aminoacidi solforati ecc.) stimolano la formazione della cheratina. L’acido silicico, inoltre, rende i capelli più elastici, resistenti e tonici. Oltre che attraverso l’alimentazione, durante il cambio di stagione può essere utile assumere il miglio come integratore alimentare (capsule).
  • Aloe vera – proprietà nutrienti e fortificanti, facilita lo sviluppo e la crescita del capello.

 

Provati per voi:

 

keplin-integratore-capelli-forti

 

Keplin – questo integratore è utile non solo per rafforzare i capelli, ma anche unghie e pelle. Fra gli ingredienti principali vi sono l’estratto secco di miglio, l’estratto secco di equiseto, l’olio di borragine, I-Cistina, Ferro, Rame, Zinco e acido pantotenico. Si consiglia l’assunzione di 3 capsule al giorno. Per maggiori informazioni VAI AL SITO UFFICIALE.

 

nutra-equiseto-integratore-per-unghie-e-capelli

 

Nutra Equiseto – un integratore alimentare a base di estratti di equiseto utili per favorire il trofismo del tessuto connettivo, il benessere di unghie e capelli ed il drenaggio dei liquidi corporei. Si consiglia l’assunzione di 2 capsule al giorno. Per maggiori informazioni VAI AL SITO UFFICIALE.

 

rosmarino-cineolo-bio-olio-essenziale-per-capelli-sani Rosmarino Cineolo Bio – Olio Essenziale Puro – Ottenuto per distillazione della pianta. Sebo-regolatore e rinforzante. Per maggiori informazioni VAI AL SITO UFFICIALE.

 

olio-di-ricino-biologico-per-capelli-sani Olio di ricino biologico spremuto a freddo Mroobest – olio di ricino biologico, puro, vegano, senza OGM. Ha proprietà antibatteriche e antimicotiche naturali ed è ricco di minerali, proteine, vitamina E. Aiuta a bilanciare il pH del cuoio capelluto ed a ripristinare i danni causati da prodotti chimici aggressivi. Stimola la crescita dei capelli. Per maggiori informazioni VAI AL SITO UFFICIALE.

 

eco-masters-hair-plus-mask-per-capelli-forti Eco Masters Maschera Hair-Plus – una maschera che nutre ed idrata in profondità il cuoio capelluto rinforzando ogni singolo capello. Contiene ingredienti di prima qualità, come proteine idrolizzate di grano, estratti di foglie di olivo e salice. Da applicare due volte a settimana. Per maggiori informazioni VAI AL SITO UFFICIALE.

 

foligain-spray-donna-anticaduta-per-capelli-forti Foligain Trioxidil Spray 10% Per Donna – Formulata in particolare per le donne, questa miscela appositamente scelta, fatta di ingredienti clinicamente studiati, è stata combinata per ottenere il complesso di Trioxidil a tripla azione. Contiene inoltre: estratto di foglie di ortica, vitamina E, estratto di trifoglio, aloe vera, olio di semi di Moringa. Senza parabeni, solfati o ftalati e non testato sugli animali. Per maggiori informazioni VAI AL SITO UFFICIALE.

 

foligain-spray-uomo-anticaduta-per-capelli-forti

 

Foligain™ Trioxidil Spray 10% Per Uomini – Specificamente creato per gli uomini, questa miscela accuratamente selezionata di ingredienti clinicamente studiati utilizza la sua innovativa formula a tripla azione per prendersi cura dei capelli in profondità. Contiene inoltre: estratto di equiseto, vitamina E, estratto di trifoglio, aloe vera, germogli di piselli, olio di ricino.  Senza parabeni, solfati o ftalati e non testato sugli animali. Per maggiori informazioni VAI AL SITO UFFICIALE.

 

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento.

Grazie di cuore!



14 alimenti per un’abbronzatura e una pelle perfette d’estate

14 alimenti per un’abbronzatura e una pelle perfette d’estate

È iniziata la corsa alla tintarella e la nostra pelle ha bisogno di più attenzione che mai. Oltre alle creme solari ed abbronzanti, esistono alcuni alimenti che possono aiutare ad ottenere un’abbronzatura perfetta e mantenere la pelle sana, bella e giovane. 14 alimenti per un’abbronzatura…

Quali sono i migliori oli e grassi da usare in cucina?

Quali sono i migliori oli e grassi da usare in cucina?

Esistono tantissimi tipi di oli e di grassi alimentari, con caratteristiche diverse e valori nutrizionali differenti. In questo post cercherò di fare una classifica dei migliori oli e grassi da usare in cucina.   Per cucinare vengono utilizzati principalmente: Gli oli vegetali (oliva, girasole, arachidi,…

Dieta per colesterolo alto: alimenti consigliati e cibi da evitare

Dieta per colesterolo alto: alimenti consigliati e cibi da evitare

Non esiste una dieta per colesterolo alto concreta e valida per tutti, ma ci sono degli alimenti consigliati ed alcuni cibi da evitare assolutamente per tenere sotto controllo i valori di colesterolo.

 

Il miglior modo per abbassare i livelli di colesterolo è quindi attraverso un’alimentazione equilibrata ed uno stile di vita sano. Ma cerchiamo di capire meglio cos’è il colesterolo e perché viene monitorato.

Cos’è il colesterolo?

Il colesterolo è una sostanza lipidica prodotta nel corpo ed anche assorbita dagli alimenti che consumiamo. È veicolato nel sangue da sostanze chiamate lipoproteine.

È importante distinguere fra i diversi tipi di colesterolo:

  1. Un livello elevato di lipoproteine a bassa intensità (LDL, ovvero low-density lipoproteins) è legato al rischio di aterosclerosi – una condizione patologica caratterizzata dalla formazione di placche di colesterolo che riducono il flusso sanguigno. Le arterie possono occludersi completamente e quando questo avviene a livello delle arterie coronarie il soggetto viene colpito da infarto miocardico (chiamato anche attacco cardiaco). L’occlusione delle arterie cerebrali invece può provocare un ictus (detto anche infarto cerebrale). Queste lipoproteine a bassa intensità (LDL) vengono anche chiamate colesterolo cattivo, ed è proprio il tipo di colesterolo a cui faccio riferimento in questo articolo.
  2. Si ritiene che le lipoproteine ad alta densità (HDL, high-density lipoproteins), invece, siano utili per eliminare il colesterolo in eccesso dall’organismo, trasportandolo al fegato, dove viene metabolizzato ed eliminato. Queste proteine ad alta intensità (HDL) vengono anche chiamate colesterolo buono.

Quando preoccuparsi?

Secondo le linee guida internazionali, i livelli di colesterolo nel sangue devono essere inferiori a 200 milligrammi per 100 millilitri (decilitro), ma questi livelli differiscono individualmente. I valori di riferimento di colesterolo LDL (colesterolo cattivo) non devono superare i 160 milligrammi per decilitro, mentre i valori del colesterolo HDL (colesterolo buono) devono essere maggiori di 40mg/dL.

 colesterolo-cattivo-alimentazione

In alcune persone, livelli elevati di colesterolo possono essere ereditati geneticamente e l’anamnesi familiare, insieme a un esame medico completo, consente al medico una valutazione di tutti i fattori.

Dieta per colesterolo alto

Adottare dei cambiamenti nello stile alimentare e di vita è fondamentale per abbassare e controllare i livelli di colesterolo nel sangue e per ridurre il rischio di sviluppare problemi cardiovascolari.

Come abbiamo detto la maggior parte del colesterolo viene prodotta dal nostro corpo. Questa produzione viene stimolata da un enzima, chiamato HMG-reduttasi, che a sua volta viene stimolato dal consumo di alcuni alimenti, e precisamente, da alimenti ricchi di zuccheri semplici. Quindi, contrariamente al pensiero comune, non sono le uova ed i formaggi a dover essere eliminati, ma in primis i dolci ed i cereali raffinati.

colesterolo-alto-alimenti-consigliati-e-cibi-da-evitare

Cibi da evitare:

  • Alimenti raffinati, come pasta e riso bianco, alimenti derivati della farina bianca (pane, merendine, biscotti, crackers, gallette, grissini).
  • Cibi ricchi di zucchero (dolci, succhi di frutta, bevande analcoliche (come il tè freddo ad esempio), yogurt dolcificati, gelati, ghiaccioli, sorbetti, caramelle, cereali da colazione, cioccolato e cioccolatini al latte, snack, frutta disidratata o sciroppata ecc.).
  • Alcool, in modo particolare i superalcolici ed i cocktail, che fanno attivare l’enzima responsabile per la produzione del colesterolo.

Alimenti consigliati:

  • Cibi ricchi di omega-3, come il pesce (salmone, sgombro, alici, sardine ecc.), che aiutano a contrastare l’infiammazione e proteggono il colesterolo dall’ossidazione, che lo rende pericoloso per le arterie.
  • Cibi ricchi di omega-6, come semi, olio extravergine di oliva, carne, noci, soia ecc.
  • Cibi ricchi di antiossidanti, come cioccolato extrafondente, noci, tè verde, erbe aromatiche e spezie ecc.
  • Cibi ricchi di beta-glucani, sostanze che contribuiscono ad eliminare il colesterolo cattivo e che si trovano soprattutto nei cereali integrali, come l’avena e l’orzo.
  • Cibi ricchi di fibre e steroli vegetali, che aiutano a contrastare l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale – legumi e verdura.
  • Alimenti ricchi di vitamina C – peperoni gialli e rossi, prezzemolo, broccoli, timo fresco, peperoncini piccanti ecc.
  • Alimenti ricchi di vitamina E – mandorle, semi, peperoncino in polvere, paprika, pepe cayenna, olio di germe di grano ecc.

Oltre ai cambiamenti dietetici in caso di colesterolo alto si deve assolutamente tenere conto anche di altri fattori di rischio, come il fumo, l’ipertensione, il sovrappeso, e la mancanza di esercizio fisico praticato regolarmente, poiché possono aumentare ulteriormente la possibilità di un attacco cardiaco.

 

Grazie per aver letto Dieta per colesterolo alto: alimenti consigliati e cibi da evitare e, se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento o seguici anche su Facebook e Twitter.



8 sintomi e segnali del corpo che indicano una carenza di vitamine e sali minerali

8 sintomi e segnali del corpo che indicano una carenza di vitamine e sali minerali

Molto spesso il cambio di stagione porta con sé anche un fabbisogno diverso di nutrienti essenziali. È fondamentale per il nostro benessere saper ascoltare i sintomi ed i segnali che il nostro corpo ci manda e che possono indicare una carenza di vitamine e sali…

Un’alternativa salutare alle barrette energetiche industriali – bocconcini energizzanti e spezza fame all’avena e senza zucchero

Un’alternativa salutare alle barrette energetiche industriali – bocconcini energizzanti e spezza fame all’avena e senza zucchero

Da tempo ero alla ricerca di un modo salutare, nutriente ed ipocalorico per placare la fame a metà mattina e a metà pomeriggio, e che fosse un’alternativa alle barrette energetiche industriali. Così è nata la ricetta dei bocconcini energizzanti e spezza fame all’avena e senza…

Mele al forno con noci, cannella e uvetta

Mele al forno con noci, cannella e uvetta

In questo periodo si viene stregati dal profumo irresistibile delle mele – un frutto meraviglioso che ha un sapore incredibile sia se mangiato fresco, sia cotto. La ricetta di oggi – mele al forno con noci, cannella e uvetta – è un dessert leggero, profumato e salutare.

La frutta cotta è un classico della stagione fredda e questo è un modo meraviglioso per gustare le mele. La cannella, lo zucchero di canna e l’uvetta rendono questo piatto un vero proprio dessert, e l’aggiunta di noci gli dona una nota croccante e un tocco di sapore in più.


Lo sapevi che: La cannella è chiamata la “spezia dei re”, perché in passato è stata molto apprezzata dai nobili e dagli aristocratici di tutto il mondo.


Ovviamente potete creare anche una vostra ricetta, aggiungendo al posto dell’uvetta dell’altra frutta secca (prugne o albicocche tagliate a pezzettini, mirtilli, bacche di Goji ecc.). Le noci invece si possono sostituire con delle mandorle tritate.

Le mele al forno sono ottime sia a fine pasto, che come spuntino pomeridiano. Possono essere servite fredde o ben calde accompagnate da un po’ di gelato alla vaniglia.

mele-noci-pancialeggera

Per questa ricetta ho usato delle mele Fuji, ma si possono usare anche le Morgenduft oppure le Golden.


Lo sapevi che: La mela Fuji è una varietà di mela creata da un incrocio fra due tipi di mela: la Red Delicious e Kokko.


Ricetta di mele al forno con noci, cannella e uvetta

Ingredienti:

  • Mele dolci preferibilmente biologiche (Fuji ad esempio)
  • Noci 2-3 per mela
  • Zucchero di canna q.b.
  • Cannella
  • Uvetta (opzionale)

Procedimento:

1 – Sgusciare le noci e tritarle grossolanamente.

mele-al-forno-con-noci-cannella-uvetta-procedimento1-pancialeggera

2 – Lavare le mele, tagliarle a metà e togliere i semi usando un coltellino affilato oppure uno scavino.

mele-al-forno-con-noci-cannella-uvetta-procedimento2-pancialeggera

3 – Disporre le metà delle mele in una pirofila ricoperta con carta da forno, con la buccia rivolta verso il basso. Spolverarle con della cannella e mettere all’interno di ogni metà un po’ di zucchero di canna e uvetta, precedentemente ammollata e strizzata. Coprire con le noci tritate.

mele-al-forno-con-noci-cannella-uvetta-procedimento3-pancialeggera

4 – Coprire la pirofila con un foglio di alluminio e infornare le mele in forno preriscaldato a 180 gradi (160 se il forno è ventilato) per 30 – 40 minuti circa. Togliere il foglio di alluminio e proseguire la cottura finché le mele non saranno morbide.

mele-al-forno-con-noci-cannella-uvetta-procedimento4-pancialeggera
mele-al-forno-con-noci-cannella-uvetta-ricetta-pancialeggera
mele-al-forno-con-noci-cannella-uvetta
ricette-pancialeggera

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento.

Grazie di cuore!

Artrite e alimentazione: 8 cibi da evitare e 8 alimenti consigliati

Artrite e alimentazione: 8 cibi da evitare e 8 alimenti consigliati

Come nella maggior parte dei disturbi, anche nel caso dell’artrite l’alimentazione ha un ruolo fondamentale. È importante sapere quali cibi evitare e quali alimenti preferire per prevenire e contrastare i sintomi dell’artrite. Cos’è l’artrite? L’artrite, nelle diverse forme, colpisce circa il 3% degli italiani. L’artrite…