InfoPills: Come Riconoscere le Malattie dell’Apparato Digerente

InfoPills: Come Riconoscere le Malattie dell’Apparato Digerente
Condividi

Non è insolito che la nostra pancia si faccia sentire procurandoci diversi fastidi: gonfiore, bruciore, indigestione ecc. Molto spesso si tratta di condizioni passeggere e risolvibili con dei piccoli accorgimenti e cambiamenti del nostro stile di vita e della nostra alimentazione, oppure con l’assunzione di integratori o altri rimedi naturali.

Alcune volte, invece, questi fastidi persistono e non sono altro che sintomi di patologie più complesse, che necessitano di una diagnosi precisa e di cure mirate

 

Ma come riconoscere che si tratta di malattie dell’apparato digerente?

Nell’infografica sottostante sono riportati i sintomi principali, che non vanno sottovalutati, specie se persistenti, gli esami diagnostici da effettuare, e l’elenco delle principali malattie dell’apparato digerente.

Come_riconoscere_malattie

I sintomi principali che possono indicare una malattia del apparato digerente:

  • acidità,
  • astenia,
  • coliche addominali (coliche epatiche),
  • diarrea,
  • dolori addominali di tipo continuo,
  • febbre,
  • inappetenza,
  • ipotensione,
  • nausea,
  • vomito,
  • stipsi,
  • alitosi,
  • estroflessione ombelicale,
  • ittero,
  • sudorazione.

 

Principali malattie dell’apparato digerente:

  • amebiasi,
  • angina abdominis,
  • appendicite,
  • carcinoide,
  • cirrosi,
  • colecistite,
  • colelitiasi,
  • colite ulcerosa,
  • diverticolosi del colon,
  • epatite,
  • esofagite,
  • fecaloma,
  • gastroenterite,
  • infarto intestinale,
  • ipertensione portale,
  • morbo celiaco,
  • pancreatite,
  • peritonite,
  • tumori del pancreas,
  • tumori dell’esofago,
  • tumori dell’intestino,
  • tumori dello stomaco,
  • ulcera peptica,
  • varici esofagee.

 

Quali esami vengono prescritti per diagnosticare le malattie dell’apparato digerente:

  • colonscopia,
  • esami del sangue,
  • esami delle urine,
  • ecografia addominale,
  • ERCP,
  • esplorazione rettale,
  • esame delle feci completo,
  • gastroscopia,
  • esame parassitologico,
  • radiografia addome a vuoto,
  • radiografia torace,
  • rettoscopia,
  • TAC addominale.

 

 


Consigli di lettura:



Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e seguici anche su Facebook e Twitter.



Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *