Tag: integratori

Detox Bio Intensivo – come disintossicarsi e dimagrire con un unico prodotto naturale?

Detox Bio Intensivo – come disintossicarsi e dimagrire con un unico prodotto naturale?

In commercio esistono diversi prodotti (integratori alimentari) che ci aiutano a disintossicarci ed altri che ci aiutano a dimagrire.  Oggi vi voglio presentare Detox Bio Intensivo – un prodotto 100% naturale e con ingredienti da agricoltura biologica. Questo prodotto non solo ha un’azione depurativa, ma…

Caffè? Meglio se è verde!

Caffè? Meglio se è verde!

Negli ultimi anni il caffè verde è diventato sempre più diffuso. Viene consigliato spesso ed apprezzato per le sue qualità benefiche e per il suo sapore delicato. In questo articolo cercheremo di capire perché è meglio preferire il caffè verde a quello tradizionale e come…

Il Fico – non solo frutto, ma anche farmaco

Il Fico – non solo frutto, ma anche farmaco

Conosciamo tutti il fico, quel frutto dolce e delizioso, tipico d’estate e del mese di settembre, e che si può consumare anche secco tutto il resto dell’anno. Sappiamo anche che se consumato fresco e in quantità ha un effetto lassativo, quindi risulta molto utile se si soffre di stipsi o stitichezza. Inoltre i fichi sono ricchi di vitamine e sali minerali.

Ma non è solo il frutto di fico ad avere tante proprietà benefiche, anche (e soprattutto) le gemme fresche, i rametti e le foglie sono fonte di tanti benefici per la nostra salute.

ficus-carica-pianta-pancialeggeraFicus Carica – Descrizione

La pianta di fico si chiama Ficus Carica ed è un albero dal tronco corto e ramoso che può raggiungere altezze di 6-10 m.

Il Ficus Carica appartiene alla famiglia delle Moraceae ed è originario dal bacino del Mediterraneo e del Medio Oriente.

Lo sapevi che: la parola “carica” fa riferimento alle sue origini che vengono fatte risalire alla Caria, regione dell’Asia Minore. Veniva coltivato già nelle prime civiltà agricole di Palestina ed Egitto, da cui si diffuse successivamente in tutto il bacino del Mediterraneo.

Ficus carica – Composizione ficus-carica-gemme-pancialeggera

  • Il Ficus Carica è una pianta ricca di enzimi, in particolare di ficina, che è un enzima simile alla bromelina e alla papaina. Questi enzimi sono responsabili della degradazione delle proteine (enzimi proteolitici). Sono presenti anche enzimi di tipo diastasico e lipasico (in grado di effettuare l’idrolisi dei grassi, trasformando i trigliceridi in glicerolo e in acidi grassi, nel processo di lipolisi).
  • Acidi organici,
  • Zuccheri semplici e complessi,
  • Vitamine: A e del gruppo B,
  • Sali minerali: potassio, magnesio, calcio,
  • Sostanze di tipo terpenico e furanocumarinico (tarassasterolo, cadelene, psoralene, umbelliferone).

Ficus Carica – Proprietà

1 – Azione gastroprotettiva (gemme fresche):

E’ ideale per il trattamento della patologia infiammatoria (gastrite) e/o ulcerativa dello stomaco e del duodeno. Questa sua azione è dovuta essenzialmente ad un meccanismo di tipo centrale, a livello diencefalico. Infatti nel diencefalo si trovano i centri nervosi che controllano la secrezione acida gastrica e, in parte, anche la motilità dello stomaco. L’assunzione di macerato di gemme di fico (gemmoderivato) è in grado di ridurre l’attività di tali centri e quindi di diminuire la produzione di gastrina e, di conseguenza, quella di acido cloridrico. Può risultare molto efficace soprattutto in soggetti con reazioni psicosomatiche a livello gastrointestinale.


Prodotto consigliato:

Ficus Carica - Gemmoderivato Floripotenziato
Svolge un’attività modulante sui ritmi psicologici a vari livelli, e sopratutto può donare un valido contributo nel sostenere un ritmico e fisiologico susseguirsi di contrazioni in fase di travaglio.

Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere


2 – Azione Lassativa (frutti freschi ed essiccati):

Utile per combattere i sintomi della stipsi (stitichezza) occasionale e si assume sotto forma di sciroppi.

3 – Azione digestiva (frutti, gemme fresche e foglie, raccolte da maggio ad agosto e fatte essiccare lentamente)

I fichi contengono prebiotici, ovvero quelle sostanze di cui si nutrono i batteri buoni che normalmente vivono nel nostro intestino. Quando la flora batterica è equilibrata ne beneficia non solo la nostra digestione ma tutto il nostro corpo.


Prodotto consigliato:

Salufrangol - Integratore Alimentare a base di Estratto di Fico

Fichi, senna, rabarbaro, millefoglio, anice, cumino e finocchio


4 – Proprietà emollienti ed espettoranti (foglie e frutti essiccati)

5 – Proprietà antiossidanti

Ricchi di polifenoli, antiossidanti naturali, i fichi contribuiscono a mantenere giovani le cellule del nostro corpo e aiutano a prevenire diversi tipi di tumori tra cui seno, colon e prostata.

6 – Azione caustica e proteolitica (frutti immaturi, parti verdi e giovani rametti)

Il lattice che sgorga dai tagli contiene amilasi e proteasi, viene applicato per uso esterno per eliminare calli e verruche. Va usato con enorme cautela: è ustionante ed irritante per la pelle; è pericolosa la applicazione su grandi superfici, ed è molto pericolosa l’esposizione delle superfici, trattate e quindi irritate, alla radiazione solare.

ficus-carica-fresco-essiccato-pancialeggeraControindicazioni ed effetti collaterali:

  • Il consumo dei fichi (frutti) è sconsigliato ai diabetici e a coloro che hanno problemi di obesità. Un abuso di fichi oltre a risultare ipercalorico e per tanto dannoso per l’organismo (e la forma fisica), può portare a dissenteria, dolori addominali e mal di testa.
  • Fotosensibilità, se usato esternamente per eliminare calli e verruche.
  • I gemmoderivati non hanno controindicazioni o effetti collaterali.

 

 


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.



InfoPills: Cos’è la Dispepsia?

InfoPills: Cos’è la Dispepsia?

Tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo sperimentato uno di questi sintomi: senso di pesantezza allo stomaco e digestione lunga, eruttazioni, bruciori di stomaco ecc. Sono i sintomi della cosiddetta cattiva digestione, uno stato che in gastroenterologia viene chiamato “dispepsia”. Cos’è la Dispepsia? La Dispepsia…

I prodotti anti-fame – cosa sono e come funzionano?

I prodotti anti-fame – cosa sono e come funzionano?

Molto spesso prima di intraprendere la strada del dimagrimento, siamo paralizzati dalla paura di non essere in grado di combattere i morsi di fame. Nella maggior parte dei casi si tratta di fame nervosa, chiamata anche eating emozionale – quella particolare situazione in cui le…

Cambio di stagione – serve preoccuparsi? Sintomi e rimedi per rafforzare le difese immunitarie.

Cambio di stagione – serve preoccuparsi? Sintomi e rimedi per rafforzare le difese immunitarie.

Il cambio di stagione mette le nostre difese immunitarie a dura prova, che si traduce in vari sintomi fisici e psicologici. Il nostro organismo deve essere abbastanza forte per poter difendersi contro i virus stagionali e contro gli effetti del cambio di temperatura e delle abitudini alimentari e di vita (si inizia una nuova stagione lavorativa, scolastica, accademica che necessita un maggior dispendio di energia).

Quali sono i sintomi da cambio di stagione?

  • Disturbi gastrointestinali: bruciore di stomaco, digestione lenta, gonfiore addominale, stitichezza o diarrea;
  • Disturbi del sistema nervoso: insonnia, nervosismo, astenia, neurastenia, ansia e agitazione, instabilità emotiva, irritabilità, cefalea, emicrania, depressione;
  • Disturbi dell’apparto respiratorio: riniti, sinusiti, asma;
  • Disturbi dell’apparato muscolo-scheletrico: dolori articolari, tensioni e contrazioni muscolari;
  • Stanchezza, spossatezza, debolezza, mancanza di energia.

Rafforzare e stimolare il sistema immunitario diventa indispensabile per poter affrontare al meglio l’inizio di una nuova stagione.

Il nostro scudo di difesa è la nostra pancia.

Fare attenzione alla salute del nostro intestino risulta fondamentale per preservare, rafforzare e stimolare la forza di difesa del nostro organismo.

Ecco perché:

L’80% delle cellule adibite alla difesa immunitaria, si trovano proprio nell’intestino. Si tratta di cellule linfatiche che formano un “tappeto linfatico”, e che lavorano insieme ad un alleato preziosissimo: la flora batterica intestinale.

Il “tappeto linfatico” valuta quali elementi ingeriti da noi assimilare e quali eliminare, e la flora batterica intestinale agisce come barriera difensiva, creando un ambiente inospitale agli agenti patogeni, modificando il pH intestinale e rendendo inutilizzabili le cellule bersaglio con la propria presenza su di esse.

Un intestino che lavora male ci rende molto vulnerabili. Il benessere intestinale rappresenta l’obiettivo da mantenere, per avere un sistema immunitario attivo e capace di far fronte alle continue “aggressioni” da parte di virus e batteri, tipici della stagione.

Come rafforzare le difese immunitarie?

1 – migliorare la funzionalità dell’intestino e del fegato con l’aiuto di specifici integratori:

  • Disintossicanti naturali (ad esempio a base di piante officinali come tarassaco, cardo mariano, carciofo ecc.)
  • Fermenti lattici, probiotici e prebiotici;
  • Enzimi;
  • Fibre;
  • Vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B6) che stimolano tutti i metabolismi ottimizzando la produzione e l’utilizzo dell’energia proveniente dai cibi, le vitamine C ed E, potenti antiossidanti.

2 – evitare il consumo di alimenti che indeboliscono le difese: cibi troppo raffinati (perché poveri di antiossidanti e vitamine indispensabili per il funzionamento di tutti i sistemi biologici), condimenti carichi di grassi animali, zuccheri e dolci ecc.

3 – Evitare alimenti tossici come caffè e alcol poiché indeboliscono il fegato, organo che lavora in sinergia con l’apparato digerente. Un eventuale sovraccarico funzionale del fegato altera direttamente la capacità assimilativa dell’intestino tenue.

4 – fare attenzione alle intolleranze alimentari – evitare di mangiare cibi a cui siamo “intolleranti”.

5 – fare attenzione allo stress, che fa rilasciare sostanze tossiche nel nostro circolo ematico, inibendo e destabilizzando il sistema immunitario.

6 – dieta equilibrata, perché la qualità della produzione di anticorpi dipende dalla nostra alimentazione: preferire cibi poco raffinati, tanta frutta e verdura fresca e di stagione, perché ricca di oligoelementi e minerali antiossidanti, enzimi e fibre alimentari.

7 – Dare il giusto valore al riposo e al sonno, utile per recuperare le energie.

Provati per te:

Detox Bio Intensivo

Un integratore alimentare, a base di 16 piante e con vitamina C naturale, che favorisce il benessere dell’organismo attraverso l’eliminazione delle tossine.

detox-bio-intensivo-pancialeggera

Per leggere la recensione completa vai QUI.

Zymonorm Nutriva

Un integratore alimentare a base di enzimi digestivi con lattasi che migliora la digestione del lattosio, utile in caso di difficoltà digestive. Per maggiori informazioni su questo prodotto clicca sull’immagine qui sotto.

enzimi_zymonorm-difeseimmunitarie-pancialeggera

Ferzym BIO Specchiasol

Un integratore alimentare con fermenti lattici e fibre alimentari, utili per favorire l’equilibrio e la salute della flora intestinale.

ferzymbio-fermentilattici-pancialeggera

Per la recensione completa vai QUI.

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento. Grazie!

Lamponi – Tutte Le Proprietà Benefiche

Lamponi – Tutte Le Proprietà Benefiche

Chi non conosce il lampone? Questo frutto delizioso dal colore acceso e dal sapore delicato. A renderlo unico non è solo la sua delicatezza protetta da uno scudo di rami spinosi, ma anche le sue molteplici proprietà e benefici per il nostro benessere. Il Lampone,…

InfoPills: Glucomannano per dimagrire e non solo

InfoPills: Glucomannano per dimagrire e non solo

Quando si cerca un modo per dimagrire, quasi sempre ci vengono consigliati integratori che contengono glucomannano. Ma questo ingrediente dal nome così strano è utile non soltanto nel ritrovare la forma fisica, ma anche nel migliorare il benessere generale del nostro organismo. Cos’è il GLUCOMANNANO?…

FERZYM BIO – un simbiotico per eccellenza

FERZYM BIO – un simbiotico per eccellenza

L’equilibrio dell’ecosistema intestinale è molto importante per la nostra salute e può essere migliorato ricorrendo a tre famiglie di sostanze: i prebiotici, i probiotici e i simbiotici. Uno di questi e Ferzym Bio.

Cos’è Ferzym Bio?

Ferzym Bio è un integratore di Fermenti lattici e fibra vegetale, che favoriscono l’equilibrio della flora intestinale in caso di diarreadisturbi intestinaligonfiore addominale e durante l’uso di antibiotici.

Cosa contiene Ferzym Bio?

Ferzym Bio è un simbiotico certificato biologico e contiene:

  • Fermenti Lattici probiotici (Lactobacillus acidophilus LA3,  Bifidobacterium animalis ssp. lactis BLC1, Lactobacillus rhamnosus SP1),
  • fibra d’Acacia,
  • fibra di Baobab e
  • Inulina.

La fibra d’Acacia è indicata per la regolazione intestinale.

ferzym-bio-acacia-pancialeggera

Lo sapevi che: Il nome “Acacia” deriva dalla parola greca “Akis” che significa “punto forte” e si riferisce agli arbusti spinosi e taglienti degli alberi tropicali che crescono in Africa e Asia occidentale. In questi Paesi è comunemente consumata sotto forma di bastoncini da masticare, come antimicrobico attivo contro Streptococcus fecalis

L’acacia ha dimostrato di possedere alcune proprietà sulla riduzione del colesterolo e come antidiabetico, anche se non vi sono sufficienti studi clinici che supportano queste potenziali applicazioni.

Le sue principali proprietà riguardano il riequilibrio intestinale. Infatti, assorbendo l’acqua al suo interno la fibra d’Acacia forma una massa gelatinosa che rallenta lo svuotamento gastrico, prolunga il senso di sazietà e aumenta il peso e il volume della massa fecale a livello dell’intestino cieco. Tale rigonfiamento stimola, in modo meccanico, l’evacuazione. 

Inoltre, grazie alla capacità di inglobare i nutrienti, riduce la loro degradazione da parte degli enzimi digestivi a livello dell’intestino tenue, diminuendo di conseguenza l’assorbimento di zuccheri e grassi.

La fibra d’Acacia è dotata di un’altra caratteristica peculiare: è in grado di stimolare la crescita della popolazione batterica del genere Bifidus a livello ciecale, contribuendo in questo modo al riequilibrio dell’ecosistema e delle funzioni intestinali.


La fibra di Baobab è indicata per le sue funzioni positive sull’intestino.

ferzym-bio-baobab-pancialeggera

Lo sapevi che: Il baobab è da sempre considerato un albero medicina, un albero magico, un albero fraterno, tanto che in molti paesi africani ci si riferisce ad esso con questi nomi. Le sue capacità di mantenere l’organismo in salute e di rigenerare le cellule sono state impiegate per molti rimedi e l’albero di baobab è entrato di diritto in molte leggende e nell’immaginario sacro dei popoli africani anche perché è una inestimabile riserva d’acqua in luoghi aridi.

Le fibre alimentari sono polisaccaridi solubili e digeribili solo in una piccola parte: la fibra non digeribile attraversa il tratto intestinale ripulendolo da varie scorie con un’azione a «spazzola», mentre la fibra alimentare solubile del baobab è ricca di mucillagini in grado di fungere da prebiotico e di riequilibrare la microflora intestinale stimolando crescita dei lactobacilli.

La percentuale di fibre solubili nella polpa essiccata di baobab oscilla tra il 20% e il 25%, caratteristica che lo rende un frutto pressoché unico in natura. Le stesse percentuali valgono anche per la fibra insolubile, in grado tra l’altro di favorire il movimento coordinato della muscolatura liscia in modo da favorire una corretta digestione.

La vitamina C e gli altri nutrienti antiossidanti prevengono le infiammazioni della mucosa intestinale. Con un intestino efficiente ed equilibrato, si potrà più facilmente permettere l’assorbimento di tutti i fitonutrienti contenuti nel baobab e sfruttare al massimo la sua ricchezza di vitamine e oligoelementi.

L’Inulina

ferzym-bio-inulina-pancialeggera

L’inulina è un oligosaccaride, ovvero uno zucchero semplice, poco calorico (100 kcal/100 g) e con un indice glicemico piuttosto basso.

Lo sapevi che: L’inulina è presente in diverse piante, la maggior parte di queste appartiene alla grande famiglia delle Asteracee (o Composite, che dir si voglia); le piante sintetizzano l’inulina come carboidrato di riserva al posto dell’amido, un carboidrato che di norma non viene sintetizzato da queste piante. L’inulina viene estratta soprattutto dalle radici di cicoria, ma anche dai tuberi di dalia e dal tartufo bianco, e appartiene a una delle famiglie di fibre alimentari, nella fattispecie ai fruttani (anche frutto-oligosaccaridi). Ci sono diversi alimenti che contengono inulina; fra quelli di uso comune possiamo ricordare, a mo’ di esempio, l’aglio, le banane, i carciofi, le cipolle ecc.

L’inulina è considerata un alimento prebiotico. Fra le proprietà che vengono attribuite alluminata ci sono sia quella di facilitare la digestione sia quella di ridurre il gas intestinale; infatti, questa fibra aumenterebbe la densità di bifidobatteri e diminuirebbe quella di batteri nocivi.

Perché scegliere Ferzym Bio?

Ferzym Bio - Integratore di Fermenti Lattici, Baobab, Inulina e fibra di Acacia
Favorisce l’equilibrio della flora intestinale
Voto medio su 13 recensioni: Da non perdere


Ferzym Bio è un integratore simbiotico per eccellenza: i fermenti lattici probiotici aiutano a ristabilire l’equilibrio della flora batterica intestinale, l’aggiunta di inulina ha lo scopo di migliorare la sopravvivenza dei fermenti lattici e fornire un substrato specifico alla flora batterica dell’intestino, ed infine la fibra di acacia e la fibra di baobab stimolano la crescita dei batteri “buoni” e favoriscono la normale regolarità del nostro intestino.

Ferzym Bio, inoltre, si presenta in comode capsule, con 2 miliardi di fermenti lattici tipizzati e stabilizzati con tecnica Dual Coated® (tre ceppi selezionati) ed è certificato 100% biologico.

Come prendere Ferzym Bio?

Si consiglia l’assunzione di 1-2 capsule al giorno preferibilmente al mattino, prima di colazione, o lontano dai pasti.

Per maggiori informazioni su questo prodotto e sulle modalità d’acquisto, clicca QUI.

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento.

Grazie di cuore!

Pancia Gonfia – Come contrastare il gonfiore in modo Naturale 1

Pancia Gonfia – Come contrastare il gonfiore in modo Naturale 1

Vivi la Leggerezza…con Naturalezza!!!  Il gonfiore addominale è causa di disagio per molte donne, in quanto appesantisce l’organismo e può anche alterare la linea. Un’alimentazione affrettata o sbagliata, o la presenza di ingredienti poco digeribili, possono portare a una produzione massiccia di gas nell’intestino (provocata…