Vivere la Leggerezza con ... Naturalezza

InfoPills: Cos’è l’aromaterapia? Quali sono i suoi benefici, le controindicazioni e quali sono gli oli essenziali più comuni.

InfoPills: Cos’è l’aromaterapia? Quali sono i suoi benefici, le controindicazioni e quali sono gli oli essenziali più comuni.
Condividi

Si parla moltissimo dei benefici dell’aromaterapia e dell’utilità degli oli essenziali nel curare diversi disturbi. Ma cos’è l’aromaterapia? Come funziona e quali benefici ha per la nostra salute? Quali sono gli oli essenziali più utilizzati e, soprattutto, che controindicazioni hanno?

Cos’è l’aromaterapia?

L’aromaterapia si basa sui principi della medicina olistica e consiste nell’uso di essenze aromatiche naturali estratte dalle piante per scopi terapeutici.


Gli aromaterapeuti ritengono che le azioni degli oli mantengano e ristabiliscano la forza vitale naturale che sostiene i meccanismi di guarigione dell’organismo.


Come funziona l’aromaterapia e che benefici ha?

aromaterapia-benefici-pancialeggera

Sembra che gli oli abbiano azioni fisiologiche e psicologiche, queste ultime ottenute attraverso il senso dell’olfatto.

Al livello fisiologico si ritiene che agiscano in quanto assorbite in minuscole quantità attraverso la cute e le mucose nel flusso sanguigno, influenzano gli organi e gli apparati dell’intero corpo.

Gli aromaterapeuti usano molto spesso i massaggi terapeutici per somministrare gli oli. Le miscele oleose sono create individualmente per ciascun paziente, considerando la volatilità degli oli, gli effetti terapeutici di ciascun olio e i profumi da lui preferiti.

Oli essenziali

aromaterapia-oli-essenziali-pancialeggera

Cosa sono gli oli essenziali?

Gli oli essenziali sono gli estratti odorosi delle piante.

Gli oli essenziali si differenziano dagli oli fissi (olio d’oliva, di semi di girasole ecc.) per due motivi:

  1. possono essere distillati;
  2. non lasciano una traccia permanente d’unto sulla carta.

Gli oli essenziali evaporano rapidamente a temperatura ambiente se esposti all’aria, e come gli oli fissi, non sono immediatamente solubili in acqua.

Negli oli essenziali molti componenti si uniscono per produrre una particolare traccia aromatica e terapeutica. I componenti più comuni appartengono alle famiglie chimiche di alcoli, aldeidi, esteri, fenoli, composti di azoto e zolfo. Tuttavia, gli aromaterapeuti non considerano terapeutici i singoli componenti, quanto l’effetto della loro azione combinata. Per questo motivo gli oli sono estratto dall’intera pianta.

La quantità d’olio presente nelle piante varia notevolmente tra circa lo 0, 01% e il 10%. Solo gli oli essenziali puri al 100% sono considerati adeguati all’uso terapeutico.

Tipi di oli essenziali:

aromaterapia-tipi-oli-essenziali-pancialeggera

Gli aromaterapeuti classificano gli oli essenziali secondo le loro diverse proprietà terapeutiche (molti oli essenziali sono antisettici) e in base alla volatilità, inserendoli in uno dei tre gruppi seguenti:

1 – Note alte

Sono oli ad azione rapida che stimolano e tonificano maggiormente il corpo e la mente. Esempi: bergamotto, limone, eucalipto.

2 – Note medie

Sono oli moderatamente volatili che agiscono sulle funzioni dell’organismo. Esempi: menta piperita, lavanda, camomilla.

3 – Note di base

Evaporano lentamente e hanno qualità rilassanti e sedative. Esempi: sandalo.

Come utilizzare gli oli essenziali?

aromaterapia-bagno-pancialeggera

Bagni

Poche gocce d’olio aggiunte nell’acqua molto calda sono utili contro: l’insonnia, disturbi muscolari, problemi circolatori, infezioni vaginali, reumatismi, artrite.

aromaterapia-bruciatore-pancialeggera

Bruciatori

I vapori degli oli oltre a profumare la stanza possono essere calmanti e aiutare a combattere disturbi respiratori, ansia, depressione.

aromaterapia-compresse-pancialeggera

Compresse

Immerse in acqua cada, le compresse di oli essenziali possono alleviare ecchimosi, problemi muscolari, cefalee.

aromaterapia-inalazioni-pancialeggera

Inalazioni

Sono consigliate per disturbi respiratori e problemi cutanei. Gli oli vengono aggiunti all’acqua calda in una bacinella oppure spruzzati su un fazzoletto.

aromaterapia-orale-pancialeggera

Per via orale

Gli oli possono essere assunti in dosi molto ridotte, aggiunti a zucchero, miele, acqua, vino o tè. Questo metodo è usato per disturbi digestivi, cistite, dismenorrea.

aromaterapia-massaggio-pancialeggera

Massaggi

Consigliati per problemi muscolari, reumatismi, artrite, problemi circolatori, depressione, ansia, cefalea e patologie cutanee.

Gli oli essenziali sono aggiunti a un vettore fisso (come il nocciolo d’albicocca spremuto a freddo, semi di mandorle dolci o d’uva) o a piccole quantità d’olio di germe di grano o alla vitamina E per prevenire l’ossidazione.

Quali sono gli oli essenziali più comuni?

 

olio-essenziale-lavanda

Olio di lavanda

– molto versatile, usato per il trattamento di insonnia, cefalea, ansia, depressione, ustioni, ferite, colpi di calore, punture d’insetto.

aromaterapia-olio-essenziale-eucalipto-pancialeggera

Olio di Eucalipto:

– usato per curare infezioni respiratorie, febbre, esaurimento, crampi, ferite, ulcere cutanee.

olio-essenziale-rosmarino

Olio essenziale di Rosemary:

– usato per cattiva circolazione, cefalea, stati di debilitazione generale, scarsa memoria, dolori muscolari.

olio-essenziale-tea-tree

Olio essenziale di Tea tree:

– usato in caso di infezioni respiratorie, malattie cutanee, infezioni micotiche, ferite, punture d’insetto.

menta-piperita-olio-essenziale

Olio essenziale di Menta piperita:

– usata spesso per disturbi digestivi, cefalea, influenza, sindromi da raffreddamento.

camomilla-olio-essenziale

Olio essenziale di Camomilla:

– usata per disturbi digestivi, riequilibrio dell’apparato riproduttivo femminile, cefalea, dolori muscolari e reumatici, tensione nervosa e insonnia.

gelsomino-olio-essenziale

Olio essenziale di Gelsomino:

– usato per il trattamento della dismenorrea, fragilità nervosa, depressione, apatia e scarsa libido.

sandalo-olio-essenziale

Olio essenziale di Sandalo:

– usato per trattare le infezioni urogenitali, respiratorie e le infiammazioni cutanee.

salvia-sclarea-olio-essenziale

Olio essenziale di Salvia Sclarea:

– usata per riequilibrare l’apparato riproduttivo femminile e può aiutare contro debolezza e patologie depressive e nervose.

Controindicazioni e avvertenze:

Gli oli essenziali devono essere usati con cautela perché sono molto tossici e irritanti per la cute. E’ fondamentale rispettare le seguenti indicazioni:

  • Non assumere oli essenziali per via orale, salvo prescrizione di un medico qualificato.
  • Usare gli oli essenziali soltanto sotto guida medica in caso di gravidanza, disturbi pressori o epilessia.
  • Prima di usare qualsiasi olio sulla pelle, effettuare un test con una quantità diluita dell’olio, per verificare eventuali reazioni allergiche.
  • Usarli sempre in diluizione.
  • Non usare gli oli essenziali per periodi prolungati.
  • Se i sintomi non sono alleviati con l’uso dell’aromaterapia, consultare un medico generico.

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici, lasciaci un commento e seguici anche su Facebook e Twitter.

Macrolibrarsi.it

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *