InfoPills: Cosa sono i diverticoli e la diverticolite?

InfoPills: Cosa sono i diverticoli e la diverticolite?
Condividi

Se capita spesso di avvertire spasmi e dolori addominali localizzati sul lato sinistro della pancia, oppure i normali appuntamenti con il bagno sono andati in tilt e la stipsi si alterna con attacchi di diarrea, allora potrebbe esserci in atto un attacco di diverticolite – infiammazione dei diverticoli.

Ma cosa sono i diverticoli?

I diverticoli sono delle piccole sacche che si formano nell’intestino delle persone predisposte a questo disturbo. Sono dilatazioni che si creano soprattutto sugli ultimi 45 cm del colon. Il più delle volte non provocano disturbi, ma se si infiammano o si infettano, prende il via una diverticolite.

diverticoli-cosa-sono-pancialeggera

Quali sono i sintomi della diverticolite?

  • SPASMI / DOLORI addominali localizzati sul lato sinistro della pancia;
  • Periodi di STIPSI che si alternano con attacchi di DIARREA.

Generalmente si prova dolore nel quadrante addominale inferiore sinistro, da lieve a intenso. Questa sofferenza può manifestarsi in modo persistente o sotto forma di crampi.

Alcune persone possono avere anche una leggera febbre, avvertire sensibilità o gonfiore nella parte addominale inferiore e, talvolta, avere sangue nelle feci.

Occasionalmente i diverticoli si rompono e il contenuto dell’intestino penetra nei tessuti della parete intestinale , e talvolta nella cavità addominale. I batteri dell’intestino iniziano a moltiplicarsi in queste regioni portando a complicanze come: ascessi della parete intestinale e della vicina cavità addominale, fistole (dove l’infezione forma una comunicazione tra l’interno dell’intestino e altri organi vicini), peritonite (dove i batteri si diffondono liberamente nella cavità addominale) e occlusione intestinale.

Quali sono le cause della diverticolite?

  • alimentazione sbagliata e povera di fibre;
  • bibite ghiacciate;
  • fumo;
  • obesità;
  • meteorismo e/o stitichezza (stipsi) croniche;
  • difese immunitarie deboli;
  • mucosa intestinale debole;
  • assunzione di alcuni farmaci (terapie cortisoniche, chemioterapia);
  • CAUSE PSICOLOGICHE: stress, ansia, frustrazioni, insoddisfazioni ecc. Secondo la medicina cinese gli spasmi della diverticolite sono un “messaggio cifrato” che segnala frustrazioni che viviamo sul lavoro, nella vita di coppia, nella quotidianità, e che compensiamo proprio con un’alimentazione sbagliata.

L’intestino è il nostro secondo cervello e diventa la valvola di sfogo privilegiata delle emozioni più profonde. Se non riusciamo a realizzare quel che vogliamo o manchiamo un obiettivo prefissato da troppo tempo, l’intestino rallenta le sue funzioni e, complice la stipsi, la diverticolite ha la strada spianata.

Se invece viviamo con paura le prove che dobbiamo affrontare nel quotidiano, l’intestino si muove troppo, provocando attacchi di diarrea e infiammando i diverticoli.

Quali sono i rimedi contro la diverticolite?

In circa un quarto delle persone affette da diverticolite acuta è necessario ricorrere al trattamento chirurgico per drenare o asportare gli accessi, rimuovere l’ostruzione o chiudere le fistole.

Nella maggior parte dei casi, invece, è possibile tenere sotto controllo i sintomi, adottando degli accorgimenti e uno stile alimentare specifico:

1 – Dieta:

Cibi da evitarecibi raffinati, carne, dolci, cibi grassi, prodotti da forno preparati con farina bianca, frutta o verdura con molti semi (lamponi, fragole, more, fichi, pomodori, ecc.), noci, riso, caffeina.

Cibi utili: alimenti che hanno un alto contenuto di fibra (legumi, pane integrale e prodotti di cereali integrali), verdura (cruda o leggermente cotta o fermentata come i crauti), consumare frutta bio non sbucciata, frutta secca: uva, prugne, albicocche e datteri.

2 – Altri consigli:

  • Mantenere un consumo di liquidi costante e bere una quantità sufficiente di liquidi.
  • Assicurare regolarità intestinale e pulizia del colon regolare.
  • Fate regolarmente attività fisica.
  • Non usare lassativi o supposte.
  • Non fumare.
  • Allontanare le tensioni con calmanti naturali, massaggi rilassanti e meditazione.

Consigli di lettura:

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo con i tuoi amici e lasciami un commento.

Grazie di cuore!

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.